Far entrare la Street Art nelle scuole, a sentire un po’ in giro le esperienze dei vari docenti, è sempre una questione ardua. Parlare di arte di strada ci fa camminare su un filo sottilissimo sospeso tra legalità e illegalità, per questo motivo per molti è più semplice evitare.

Proviamo però a presentare la Street Art in un ciclo di lezioni di Arte e Immagine per la scuola primaria partendo dalla conoscenza di -sten- e Lex un duo importantissimo che opera nel panorama della Street Art di Roma.

Questo tipo di arte, con le sue caratteristiche e le sue problematicità va affrontata, a mio parere, già nella giovanissima età dei nostri alunni, proprio per dare loro, ai ragazzi del domani dunque, gli strumenti di lettura e interpretazione di queste forme d’arte altra, che, come dice il nome stesso, non sono sempre e solo nei musei, ma si incontrano per strada!

Prima di addentrarci nello specifico negli artisti -sten e Lex e nella tecnica dello stencil, potete approfondire la Street Art con i nostri precedenti post sulla tecnica del graffito  e  su come di fatto la Street Art sia entrata nei musei negli ultimi anni, acquisendo una maggiore importanza e un riconoscimento a livello internazionale, oppure potete dare un’occhiata a tutte le nostre proposte di laboratori didattici su Roma.

Procediamo dunque proponendo ai bambini qualche immagine di opere d’arte realizzate a Roma dai nostri artisti e stimoliamoli ad un confronto: vi piace? non vi piace? Dove siamo? Che cosa c’è disegnato su questo muro? Chi l’ha dipinto secondo voi? E in che modo?

… è ora di rispondere!

Chi sono -sten- e Lex?

-sten- e Lex sono dei diminutivi che stanno per Stephan e Alex, i nomi di battesimo di questi due ragazzi nati nel 1982 che proteggono a tutti i costi il loro anonimato perchè fermamente convinti che debbano essere i segni della loro arte riconoscibili e non le loro facce e le loro identità. Un ragazzo e una ragazza che provengono da esperienze di vita diverse, lei con una carriera universitaria alle spalle prima di dedicarsi al mondo della Street Art e lui invece con un’esperienza di lavoro a Londra e la conoscenza diretta del mondo del graffitismo e dello stencil inglese.street art roma garbatella sten e lex

L’incontro avvenuto nelle strade di Roma, dove operano e lavorano da sempre tra il quartiere San Lorenzo e il Pigneto, che ha sancito il sodalizio artistico e li ha resi riconoscibili e famosi tanto da ottenere commissioni importanti per il progetto Urban Arena del MACRO, Museo di Arte Contemporanea di Roma, per un’opera al Foro Italico Arazzo e per una delle ultimi realizzazioni nel quartire della Garbatella di un’opera finanziata con un’importante operazione crowdfounding in cui è stato raggiunto il tetto dei 10000 Euro per poter realizzare l’imponente opera a via Caffaro.

La tecnica dello stencil, da -sten- e Lex ai bambini

Gli street artist non sono solo writers, -sten- e Lex ad esempio non lavorano con il testo o con la scrittura in generale, ma usano nelle loro opera una tecnica di stencil molto particolare che si è andata perfezionando e “complicando” negli anni di esperienza.

Sono partiti entrambi, nei loro percorsi precedenti all’incontro, dalla tecnica dello stencil che prevede la creazione di un immagine al negativo su un street art Romasupporto che può essere di carta e che poi procedendo al ritaglio del negativo e al riempimento di quella che si definisce la matrice dello stencil, crea sul muro l’immagine voluta.

La tecnica è andata via via complicandosi fino a creare delle matrici enormi nelle dimensioni, rendendo quindi molto difficile la fase del ritaglio. In molti lavori,ed è una delle caratteristica delle loro opere, lasciano sul muro oltre al dipinto del negativo anche la matrice, quindi la carta che era servita per creare l’immagine, e lasciarla lì per vedere come il tempo, gli agenti atmosferici operino su questa.

Cosa succederà dunque? Sarà la natura a compiere l’opera, a togliere quella che è la matrice dello stencil e noi tutti,lì a vedere come diventerà l’opera!

Laboratorio didattico su Roma: Street Art e Stencil

Se siete di Roma o se visitate la Capitale da turisti vi consiglio di fare un giro per i quartieri di Tor Pignattara, San Lorenzo, Ostiense e Garbatella per vedere le opere della Street Art di Roma, il grande vantaggio è che queste opere sono fruibili gratuitamente e quindi, nessun problema di budget per organizzare questo tour!

Dopo aver analizzato le opere di -sten- e Lex vi propongo di far realizzare ai bambini uno stencil! L’ideale sarebbe poter avere a disposizione un muro della scuola per avviare un progetto sulla Street Art e per mostrare loro quale siano le modalità legali di fare arte; in assenza di questo, ci basterà avere del cartoncino sul quale andare a dipingere e della carta o dei fogli di acetato per fare le nostre matrici.

Di seguito troverai le nostre proposte da stampare per creare le matrici.

 

Stampa, ritaglia e inizia a dipingere! 😉

Comments to: Laboratorio didattico: street art a Roma e stencil per bambini

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Ultimi articoli

    Cosa intendiamo comunemente per accessibilità museale? Quando un museo è veramente accessibile? Siamo soliti pensare all’accessibilità museale come superamento delle barriere architettoniche che permettono l’accesso fisico e senza ostacoli al museo. Certamente per accessibilità intendiamo un accesso e una visita agevole negli ambienti museali ( ascensori al posto di ostiche gradinate, vetrine alla giusta altezza, […]

    Ultimi commenti

    Tag Cloud