Nel nostro viaggio attraverso l’archeologia spiegata ai bambini siamo ora giunti alla scoperta di ciò che l’archeologo può trovare in uno scavo… Siete pronti? Iniziamo allora parlando di monete! 

Vogliamo fare una piccola premessa: nel mondo antico, a differenza di quello attuale, il valore di una moneta era il cosiddetto “valore intrinseco” cioè il valore del materiale in cui essa era realizzata: per capirci facilmente, una moneta argentea valeva più di una di bronzo e meno di una d’oro.

numismatica archeologica moneta di traiano

Archeologia per bambini: scopriamo dove e come venivano prodotte le monete!

L’officina che le realizzava era la “zecca”, e ancora ai giorni nostri questo termine indica lo stesso tipo di “officina”, anche se ovviamente molto più tecnologica 😉

È interessante osservare come all’interno dell’impero romano, ad esempio, vi fossero non solamente zecche centrali, come quella di Roma, ma anche zecche provinciali come quella di Alessandria d’Egitto, e addirittura in casi eccezionali anche zecche mobili, che battevano moneta al seguito dell’esercito… Curioso no?

La tecnica più diffusa era la cosiddetta “coniazione” che proveremo a spiegare brevemente!

Il punto di partenza erano dei tondelli metallici realizzati in forma di disco con specifici pesi, misure e quantità di materiale, questi venivano inseriti tra due blocchi di acciaio, denominati “coni”, incisi con disegni (tipi) e iscrizioni (legende), che venivano battuti sui tondelli in modo tale da imprimere sulle due facce di essi i motivi incisi.

Un po’ come quando, ad esempio, usiamo oggi apporre un sigillo su un documento… Solo che dobbiamo immaginare di apporlo su entrambe le facce del nostro oggetto 😉

L’incisione su metallo: cosa veniva inciso sulle monete? Perché?

I tipi, cioè i disegni delle monete, potevano essere davvero tantissimi: ritratti di chi governava, divinità, rappresentazioni di monumenti o di battaglie che avevano scopi propagandistici, elementi simbolici che richiamassero dei valori quali ad esempio quello della giustizia o della pace, animali.

 monete antiche utilizzate per la datazione di un sito archeologico
Fonte: Portable Antiquities Scheme from London, England, commons.wikimedia

È proprio il caso di dire: chi più ne ha, più ne metta! 😀

Le legende, cioè le iscrizioni, potevano recare il nome dell’imperatore o di chi batteva moneta, un evento particolare per il quale quella moneta era stata prodotta, una data o un’indicazione geografica.

A noi ora interessa focalizzarci sul fatto che esistono monete molto diverse tra loro e che ognuna di essa, con ciò che reca inciso, può dare all’archeologo preziose informazioni! 🙂

Metodi di datazione archeologica: scopriamo l’importanza delle monete!

Perché quindi è importante trovare delle monete per un archeologo? Non dobbiamo restare affascinati solo dalla apparenze, le monete non sono solo oggetti dotati di un valore estetico: la moneta è un oggetto parlante che ci racconta una storia! L’archeologo ha il compito di scoprirla!

resti archeologici in metallo le monete
Moneta di Taranto durante l’occupazione di Annibale. Fonte: Classical Numismatic Group, su wikimedia commons.

Se effettuando uno scavo, ad esempio, si trovasse una buona quantità di monete d’oro si potrebbe dedurre che quel sito doveva essere abitato o frequentato da persone benestanti; in presenza di monete provenienti da una determinata area dell’impero si potrebbe pensare che chi frequentava il sito in questione intrattenesse rapporti commerciali con quella specifica area; se si trovassero monete dell’imperatore Traiano si dedurrebbe che quel sito fu frequentato sicuramente in epoca almeno contemporanea a Traiano o successiva… Per le datazioni le monete sono un notevole supporto! 😉

Le monete sono quindi un reperto davvero importante per un archeologo perché, come abbiamo visto, se saprà studiarle bene potrà scoprire tantissime informazioni di grande interesse sul sito che sta scavando!

Esistono però numerosi tipi di reperti che un archeologo può trovare nel suo lavoro e nei prossimi articoli continueremo ad addentrarci nell’affascinante mondo di uno scavo!

Scopri qui tutti gli strumenti utilizzati dall’archeologo durante uno scavo!

Comments to: Archeologia per bambini: le monete antiche!

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Ultimi articoli

    Cosa intendiamo comunemente per accessibilità museale? Quando un museo è veramente accessibile? Siamo soliti pensare all’accessibilità museale come superamento delle barriere architettoniche che permettono l’accesso fisico e senza ostacoli al museo. Certamente per accessibilità intendiamo un accesso e una visita agevole negli ambienti museali ( ascensori al posto di ostiche gradinate, vetrine alla giusta altezza, […]

    Ultimi commenti

    Tag Cloud