Perché utilizzare la linea del tempo a scuola e al museo? Come possiamo inserirla nelle nostre attività? Scopri la linea del tempo strumenti digitali grazie al nostro corso di formazione online per docenti ed educatori!

Che cos’è la linea del tempo?

La linea del tempo è un modo per rappresentare graficamente e visivamente la successione temporale di eventi. Questi possono essere relativi a un unico argomento come ad esempio le linee del tempo con tutte le fasi della Prima guerra mondiale, oppure con le opere scritte da un autore. Quest’utilizzo è il più comune e può rivelarsi molto utile per lavorare con i bambini della scuola primaria perché rende immediatamente visibili il “prima” e il “dopo”.

Un altro utilizzo, invece, riguarda la creazione di linee del tempo con elementi che afferiscono a materie o argomenti diversi. Per esempio nella linea del tempo sul XX secolo potremmo accostare eventi storici, la pubblicazione di opere letterarie importanti, le scoperte scientifiche, avvenimenti straordinari come lo sbarco sulla luna… Presi singolarmente questi dati non significano molto ma acquisiscono un senso proprio perché messi in relazione tra loro nella linea del tempo.

Un altro utilizzo molto utile è quello relativo allo studio delle lingue, dal latino all’inglese! La consecutio temporum, ad esempio, o la differenza tra il past perfect e il past perfect continuous giusto per citare degli esempi, possono essere resi visivamente attraverso la linea del tempo. Trattandosi di costrutti complessi e di differenze spesso sottili, avere un supporto grafico può aiutare molto il processo di memorizzazione.

Per questo motivo la linea del tempo è uno strumento molto versatile, che ci viene in aiuto in svariati momenti del nostro lavoro, sia a scuola che in altri contesti formativi.

Linea del tempo: come usarla a scuola?

La linea del tempo è uno strumento molto utile ma quali sono i possibili usi a scuola? Ne esistono tantissimi, ecco i principali:

  • l’insegnante può usarla per valutare le conoscenze su un singolo argomento
  • è un modo per valutare le competenze su argomenti trasversali e interdisciplinari
  • può essere proposta come strumento di autovalutazione
  • può costituire l’elaborato al termine di un progetto extra-curriculare
  • oppure l’elaborato al termine del compito di realtà di una UdA

La linea del tempo al museo: possibili usi per un educatore

La scuola non è l’unico luogo in cui la linea del tempo può essere utilizzata con efficacia. Chi lavora nei musei lo sa bene: non è raro trovare delle vere e proprie timeline anche nelle mostre, perfette per rendere immediatamente conto del periodo storico di cui ci si occupa o della successione cronologica delle opere di uno o più autori.

La linea del tempo può essere un valido supporto didattico, da fornire come punto di partenza per un’attività o una visita guidata. Quando parliamo di attività didattiche, la linea del tempo può anche costituire l’elaborato finale al termine di un momento di riflessione con i partecipanti. Grazie alla sua creazione partecipata è possibile chiarire alcuni aspetti già trattati e ottenere un feedback circa il lavoro svolto.

Non esiste una ricetta universale: ogni strumento ha pregi e limiti. L’educatore deve di volta in volta valutarli e decidere quale strumento permette di ottenere i migliori risultati!  

Ma passiamo alla domanda più importante: come si crea una linea del tempo?

Linea del tempo, strumenti digitali

Le linee del tempo possono essere realizzate in moltissimi modi. Possiamo servirci semplicemente di un foglio di carta e di una penna, magari quando stiamo lavorando velocemente con un collega o per fare un breve esempio a un piccolo gruppo, in classe o al museo.

Tuttavia esistono anche tanti strumenti digitali gratuiti che consentono di ottenere molteplici vantaggi. Per esempio, le linee del tempo potranno essere modificate da più partecipanti in diretta o in momenti diversi, possono essere salvate e condivise, realizzate in gruppo, a coppie o da soli.

Quando utilizziamo strumenti digitali per le linee del tempo online possiamo anche personalizzare l’aspetto grafico: scegliere i colori, aggiungere uno sfondo, aggiungere immagini, modificare i testi, spostare ed editare ogni sua parte!

Se vuoi conoscere tutti i possibili usi segui il nostro corso di formazione per insegnanti ed educatori: la linea del tempo strumenti digitali!

– SOLD OUT! –

Pillole di didattica online. Corso di formazione tra arte, scuola e museo è il corso super flessibile fatto proprio per te! Sei tu che scegli quale incontro prenotare e su quale argomento formarti. Perfetto per educatori museali e insegnanti, il calendario cambia ogni mese. Troverai ogni volta idee e spunti nuovi per la tua professione.

Comments to: Linea del tempo: strumenti digitali per insegnanti ed educatori!

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Ultimi articoli

    Cosa intendiamo comunemente per accessibilità museale? Quando un museo è veramente accessibile? Siamo soliti pensare all’accessibilità museale come superamento delle barriere architettoniche che permettono l’accesso fisico e senza ostacoli al museo. Certamente per accessibilità intendiamo un accesso e una visita agevole negli ambienti museali ( ascensori al posto di ostiche gradinate, vetrine alla giusta altezza, […]

    Ultimi commenti

    Tag Cloud