Le città sono una delle tematiche maggiormente affrontate e meditate dagli artisti dell’arte contemporanea. A partire dai primi del ‘900 fino ai giorni nostri, osserviamo alcuni lavori di artisti che hanno ritratto le città.

 Arte urbana

Photo credit: Aripano.com
Parigi Photo credit: Aripano.com

Sono passati secoli da quando le città hanno iniziato ad espandersi fino a diventare metropoli. La rivoluzione industriale ha modificato radicalmente le strutture e la forma delle città. Gli artisti vedevano e vivevano quei cambiamenti lavorando sulle nuove forme della società moderna.

Robert Delaunay, La Tour Eiffel, 1910, olio su tela.
Robert Delaunay, La Tour Eiffel, 1910, olio su tela.

Nel 1910 Delaunay dipingeva la Tour Eiffel, simbolo della nuova era e della Ville Lumiere.

La torre domina la città tanto da essere sproporzionata rispetto ai palazzi, sovrastati. Anche il colore scelto evidenzia l’imponenza della torre e la fa risaltare rispetto al resto. Delaunay era, in questo periodo, nella fase del cubismo orfico, utilizzava pertanto la scomposizione tipica del cubismo per rendere l’immagine da diversi punti di vista. La serie delle Tour Eiffel conta circa una cinquantina di versioni.

Nello stesso periodo, sempre a Parigi, anche Chagall volle immortalare la città in un dipinto. L’artista, trasferitosi nella

Marc Chagall, Parigi dalla finestra, 1913 Photo credit: ciudadluz.net
Marc Chagall, Parigi dalla finestra, 1913
Photo credit: ciudadluz.net

capitale francese dalla Russia, dipinge la sua Parigi dalla finestra: la Tour Eiffel domina il panorama mentre figure umane ed un treno capovolto fluttuano nel cielo. A metà tra surrealismo, cubismo e astrattismo, quest’opera propone una visione molto personale e intima della città da parte dell’artista stesso: il quale si ritrae nel personaggio bifronte che guarda all’est (la Russia) ma anche l’ovest (la nuova patria).

Come loro, molti altri artisti dipinsero le città in cui vivevano o che erano a loro care.

Ancora oggi le città sono argomento di studio e di ricerca da parte di molti artisti. Certo, le città sono molto diverse da come potevano essere 100 anni fa, ma sono cambiati anche gli strumenti e le tecniche artistiche. Vediamo qualche esempio…

L’arte contemporanea delle città

Una menzione speciale va alla Street Art, fenomeno di vera e propria arte urbana che oltre a donare valore estetico, può modificare e riqualificare l’assetto urbano.

La Street Art è però una rappresentazione “interna” alla città; torniamo invece ad osservare le città più dall’esterno, concentrandoci sull’aspetto della forma e del colore con una veduta più ampia.

AirPano ad esempio è un progetto senza scopo di lucro, ideato da un gruppo di appassionati di fotografia aerea ad alta risoluzione. Il team di AirPano, realizza delle particolarissime fotografie che mostrano le città del mondo a 360°. L’effetto, è davvero strabiliante.

Riconoscete Venezia? Photo credit: Airpano.com
Riconoscete Venezia?
Photo credit: Airpano.com

Victor Enrich, invece, ha presentato in uno dei suoi lavori più famosi un edificio, più precisamente un hotel, distorto in 88 modi diversi. L’albergo balla, fluttua e si contorce nei lavori di Enrich che con questo lavoro ha reso un’ immagine reale surreale.

Presentazione standard1

 

Munich’s NH Deutscher Kaiser  Hotel è il titolo di questa serie fotografica davvero particolare che fa sembrare la città ogni volta diversa al variare dell’edificio. Se siete curiosi potete guardare l’intera serie fotografica sul sito web dell’artista.

Le città diventano, in questi lavori, delle vere e proprie sinfonie di colori e forme, strabilianti testimonianze del genere umano e del suo lavoro.

Comments to: La dimensione urbana dell’arte

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Ultimi articoli

    Ultimi commenti

    Tag Cloud