Siamo portati a credere che tutti i bimbi amino disegnare, in realtà ciò potrebbe non essere sempre vero. Disegnare è un’attività che può risultare stressante quando il bambino non si sente all’altezza del compito o quando non ha gli strumenti e le competenze necessarie a portare avanti l’attività con sicurezza. Per evitare tutto ciò è possibile realizzare delle attività propedeutiche per il disegno per bambini! 

Esercitarsi a disegnare: i materiali per il disegno

I bambini non sono tutti uguali (e meno male!): a qualcuno piace molto disegnare perché ha un temperamento creativo, altri potrebbero non apprezzare questo genere di attività o sentirsi in competizione con i bimbi più bravi. Le attività propedeutiche al disegno servono proprio per aiutare tutti i componenti della classe a partire con gli stessi strumenti, a lavorare sull’autostima oltre che a potenziare delle abilità di base come il coordinamento oculo-manuale, la motilità fine, la gestione dello spazio bidimensionale del supporto cartaceo.

 

 

bambini che disegnano

Inoltre questo genere di attività aiuta a prendere confidenza con i materiali dell’arte e con le loro potenzialità in modo tale che gli studenti riescano ad adoperarli al meglio.

In questo articolo ti proponiamo degli esercizi che puoi realizzare in classe, a casa o come prima parte di un laboratorio didattico se lo ritieni necessario!

Gli strumenti del disegno

Innanzitutto chiediamoci: quali sono gli strumenti di cui abbiamo bisogno? Oggi ci serviremo di due dei materiali più comuni, economici e famosi nella storia della didattica: la carta e la matita!

Regina incontrastata delle nostre classi, la matita ha una storia molto lunga: nasce nella seconda metà del Cinquecento dopo la scoperta di alcune miniere di grafite in Inghilterra. La grafite, infatti, è un minerale e il suo nome deriva dal verbo greco gràfo, (“io scrivo”), proprio a causa dei segni che lascia sulla carta.
Le matite di grafite hanno mine di durezza diversa, ognuna della quale adatta ad un particolare uso. Esistono numerosi tipi di matite tra cui anche quelle colorate, ottenute inserendo al posto della grafite i pigmenti colorati, e quelle acquerellabili che se bagnate prima o dopo la posa si comportano come veri e propri acquerelli.

insegnare a disegnare ai bambini con la matita

Per quanto riguarda la carta, invece, siamo di fronte a un materiale costituito da fibre vegetali che, dopo un lungo processo di macerazione ed essiccazione assumono la consistenza che conosciamo.
La materia prima più utilizzata per ottenere le fibre vegetali è la polpa di legname tenero come l’abete o il
pioppo ma si potrebbero anche utilizzare cotone, lino, canapa o altra carta riciclata.

Come molti di voi sapranno esistono particolari tipologie di carta, alcune costosissime e adatte ad usi specifici… Ma in questa fase non serve nulla del genere. Il nostro obiettivo, infatti, consiste nell’acquisire la competenze necessarie all’utilizzo della matita, scoprirne tutte le potenzialità, favorire la motilità fine e la coordinazione oculo-manuale.

Ti consigliamo di far utilizzare un foglio A4 di carta liscia e una matita né troppo dura né troppo grassa, per esempio una 2B potrebbe essere l’opzione giusta!

Il disegno per bambini: quali esercizi proporre?

Siete pronti? Iniziamo con l’attività!

il disegno per bambini esercizi

 

1. Prendiamo un foglio di carta bianco e pieghiamolo in due seguendo il lato più lungo.
2. Mantenendo la piega già ottenuta, continuiamo a piegare il foglio secondo il lato minore per
altre due volte. In questo modo possiamo ottenere un foglio ripartito in sei riquadri senza utilizzare
alcuno strumento!
3. Nel primo riquadro chiedi ai bimbi di disegnare delle righe orizzontali parallele, nel secondo di disegnare delle righe diagonali, poi delle spirali. Puoi anche proporre ai bambini di impugnare la matita in modo diverso e usare la mina di piatto per vedere quale effetto si ottiene! Infine potresti chiedere loro di picchiettare sul foglio, un po’ come la pioggia che colpisce la terra all’improvviso, e di sfumare la grafite con le dita. In questo caso i bambini dovrebbero utilizzare ciò che resta sul fondo del temperino 🙂

il disegno per bambini attività propedeutiche

 

Man mano che si procede con i riquadri, chiedi loro quali sono le sensazioni che provano: che consistenza ha la carta? È difficile da piegare? Quando impugno la matita di piatto questa scorre con facilità? Che rumore fa la matita appuntita che traccia una linea e quale, invece, il dito che sparge la grafite sul foglio? In quale riquadro il segno è più preciso e in quale invece no?

Potrebbe essere un’ottima idea ripetere l’attività usando matite di durezza differente, fino ad arrivare al carboncino, e infine con la carta ruvida. La carta ruvida, infatti, tende a spezzare le linee continue, è adatta a disegni non particolareggiati, di grandi dimensioni e con forti ombreggiature. In questo caso ci interessa far provare ai bambini le differenze, su un piano puramente sensoriale, del foglio ruvido e di quello liscio, soprattutto quando disegnano. Ti sembra più o meno facile disegnare sul foglio ruvido? In cosa è diverso da quello liscio?

La tecnica del frottage per bambini: la materialità nell’arte

Se volete proseguire nella sperimentazione sensoriale e materica, le attività propedeutiche per il disegno per bambini possono essere tantissime e variegate. Per esempio potremmo proporre loro il frottage, una tecnica di disegno basata sullo sfregamento. Nonostante fosse già nota nell’antichità, Max Ernst, artista surrealista di grande fama, la riscoprì per caso, poggiando un foglio di carta sul pavimento di legno della propria abitazione. Colpito dal risultato, iniziò a sperimentarne le applicazioni utilizzandola in alcuni lavori degli anni Venti dal titolo Histoire Naturelle. 

La tecnica del frottage per bambini può essere utile per promuovere la manipolazione dei materiali naturali, favorire la motilità fine e la coordinazione oculo-manuale, stimolare il pensiero creativo e, ancora una volta, conoscere tutte le potenzialità della carta e delle matite!

In questo caso ai materiali che abbiamo già utilizzato dobbiamo aggiungere solo delle foglie: come vedete anche quest’attività è a costo zero! 🙂

Le fasi del lavoro sono poche e semplici:frottage per bambini

1. Posizionate un foglio di carta sopra la foglia dalla parte della nervatura
3. Strofinate la matita sulla superficie del foglio e osservate i dettagli delle foglie venire alla luce!
4. Provate a ripetere l’azione con la foglia in diverse parti dello stesso foglio e con maggiore attenzione a diverse parti della foglia.

 

Un buon rapporto con il disegno passa anche attraverso la conoscenza dei materiali da utilizzare, prova anche tu questa attività e facci sapere com’è andata!

 

People reacted to this story.
Show comments Hide comments
Comments to: Il disegno per bambini: attività propedeutiche
  • 7 Febbraio 2020

    Grande sito, siete favolosi

    Reply
  • 15 Marzo 2020

    Mi interessa molto sia per me, che per opportunità da proporre ai bambini. Grazie.

    Reply
Write a response

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Un risorsa digitale in PDF con tanti approfondimenti per affrontare in modalità multidisciplinare uno dei temi più belli di sempre: l’amore! Percorsi digitali interdisciplinari: schede didattiche sull’amore in PDF L’amore tra arte, musica, inglese e letteratura italiana per i Percorsi digitali interdisciplinari Zebrart è progettato per offrire un percorso didattico trasversale che abbraccia diverse materie […]

Ultimi commenti

Tag Cloud