Continua il nostro viaggio alla scoperta delle opere presenti alla mostra su Boccioni che verrà inaugurata a marzo presso Palazzo Reale! Scarica la nostra scheda didattica in PDF per visitare la mostra insieme ai bambini!

Forme uniche nella continuità dello spazio analisi dell’opera

Boccioni ha realizzato molte opere famose come ad esempio Materia del 1912, che sarà esposta a Milano presso Palazzo Reale, altre che ritraggono gli sport, come Dinamismo di un ciclista.

Ad uno sguardo distratto potrebbe sembrare che la scultura di cui parliamo oggi, Forme uniche nella continuità dello spazio, non abbia nulla in comune con le opere pittoriche. Invece non è così! Osserviamola attentamente. La scultura raffigura un uomo il quale sembra indossare uno strano vestito, fatto di spigoli… In realtà Umberto Boccioni, in quanto esponente del Futurismo, è molto attento allo studio del movimento e alla sua resa. L’uomo che sta camminando, quindi, non indossa un’armatura ma viene ritratto nell’atto di compiere un movimento; muovendosi, l’uomo modifica la propria posizione e deforma la propria sagoma così come modifica anche lo spazio che lo circonda. L’aria che fende, ad esempio, va a riempire i vuoti tra le masse. La luce, infine, colpisce in più punti i piani spezzati dell’opera, creando di volta in volta effetti nuovi e complessi, che arricchiscono la nostra visione!

opera in bronzo del futurista umberto boccioni
U. Boccioni, Forme uniche nella continuità dello spazio, 1913.

La caratteristica principale di questa straordinaria opera in bronzo, quindi, è il tentativo di rendere un corpo umano in movimento. A ben pensarci, questa non è una novità introdotta per la prima volta dal Futurismo, anche artisti meno recenti di Boccioni avevano, infatti, affrontato questo tema. Pensiamo, ad esempio, a Bernini ed Apollo e Dafne, con la ninfa ritratta proprio durante la corsa, nel momento della trasformazione; pensiamo alla scultura ellenistica, ricca di opere percorse da un brivido di inquieta tensione. La rappresentazione del movimento è da sempre un obiettivo degli scultori ma con l’avvento della società moderna, con i cambiamenti sociali dovuti ad esempio all’introduzione dell’elettricità e delle automobili, delle fabbriche nelle periferie delle nostre città e il diffondersi degli aerei nei nostri cieli, rappresentare il movimento non sembra bastare più e i futuristi studiano modi per rendere in pittura e scultura «la bellezza della velocità».

Fusione a cera persa: come nasce una scultura in bronzo?

Questa scultura è stata realizzata con la tecnica della fusione in bronzo a cera persa. In cosa consiste? Questa tecnica è molto antica e prevede, innanzitutto, la creazione di un modello del soggetto prescelto in argilla che veniva cotta diventando, quindi, terracotta.  In questo modo l’argilla perde un po’ del proprio volume e per sopperire a questa mancanza si ricopre il modello con uno strato di cera. La lavorazione di questo strato doveva essere molto accurata!

opera in bronzi di cellini, artista del cinquecento
B. Cellini, Perseo con la testa di Medusa 1545-54. Photo credits: www.teladoiofirenze.it

Successivamente si passava alla realizzazione di una serie di tubicini molto sottili tenuti da chiodini che venivano applicati al modello in terracotta e, piano piano, il modello veniva ricoperto da uno spesso strato di argilla (detto “camicia”) e veniva cotto nuovamente. La cera andava persa con il calore e lo spessore da essa lasciato sarà lo stesso della nostra scultura in bronzo. L’ultima fase, infatti, consiste nella gettata del bronzo che doveva avvenire con particolari precauzioni. Uno dei maestri di questa tecnica è stato Benvenuto Cellini, che ne scrisse anche ne Il trattato della scultura del 1565 circa.

 

Boccioni, Forme uniche nella continuità dello spazio per bambini

La mostra a Palazzo Reale può essere un’ottima occasione per far conoscere ai bambini il futurismo e lo straordinario personaggio di Boccioni! Scarica la nostra scheda didattica in PDF gratis e portala con voi al museo! I bambini potranno usarla per comprendere al meglio l’opera e potranno divertirsi con un’attività 😉

Comments to: Forme uniche nella continuità dello spazio: Boccioni

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Ultimi articoli

    Un risorsa digitale in PDF con tanti approfondimenti per affrontare in modalità multidisciplinare uno dei temi più belli di sempre: l’amore! Percorsi digitali interdisciplinari: schede didattiche sull’amore in PDF L’amore tra arte, musica, inglese e letteratura italiana per i Percorsi digitali interdisciplinari Zebrart è progettato per offrire un percorso didattico trasversale che abbraccia diverse materie […]

    Ultimi commenti

    Tag Cloud