Arriva l’inverno e i primi freddi…voglia di calore e di circondarsi di oggetti confortevoli ed avvolgenti….feltro!

Il feltro

Il feltro è un materiale molto utilizzato. La sua lavorazione, nata nell’ambito dell’artigianato, e i simboli ad essa attribuiti, sono stati ispirazione e oggetto della ricerca artistica di molti artisti contemporanei. Primo fra tutti Joseph Beuys (1921 – 1987).

Joseph Beuys, Abito di feltro, 1970
Joseph Beuys, Abito di feltro, 1970

Beuys attribuiva un valore salvifico a questo materiale poichè durante la Seconda Guerra Mondiale, combattendo nell’aviazione, fu salvato in seguito ad un incidente da un gruppo di nomadi che, trovatolo moribondo, lo curarono cospargendolo di grasso e avvolgendolo in coperte di feltro. Le materie che gli salvarono la vita, il feltro ed il grasso animale, saranno una costante nel lavoro di questo artista, il cui Abito di Feltro, ne è il ritratto.

Cos’è il feltro?

La lavorazione del feltro è una tecnica molto antica ed in completa sintonia con la natura, prevede infatti di partire dalla lana lavata e non cardata, successivamente tinta con coloranti naturali. Oggi la produzione di feltro è stata sostituita dalla industria ma il prodotto finito è ben differente da quello lavorato in maniera artigianale.

Si parte dunque dalla lana; ci si aiuta con acqua calda e sapone e con un movimento delle mani, quasi

un massaggio, si comincia a favorire il processo dell’infeltrimento. Lo stesso che possiamo osservare quando sbagliamo una lavatrice ;P

Le squame presenti sulle fibre di lana si aprono e cominciano ad “incastrarsi” fra di loro. Il processo è piuttosto impegnativo e faticoso da effettuare manualmente, soprattutto se si vogliono realizzare grandi formati, ma può essere anche un’occasione per creare un ottimo lavoro di gruppo.

Il feltro è un materiale molto duttile, ben si presta anche alla costruzione di forme plastiche, ha la capacità di avvolgere e ricoprire con il suo soffice manto le superfici più rigide. Ha innumerevoli scopi decorativi e la sua lavorazione richiede, oltre alla forza fisica, anche una costruzione particolare delle fasi poiché bisogna lavorare in negativo per ottenere il disegno che ci siamo prefissati.

L'inizio di un grande tappeto in feltro; un mandala di gruppo.
L’inizio di un grande tappeto in feltro; un mandala di gruppo.

Diventa un’ esperienza a tutto tondo che ci aiuta a risvegliare i nostri sensi e ad esplorare le nostre sensazioni. È forse per queste caratteristiche che trovo la lavorazione del feltro una tecnica con grandi potenzialità didattiche, proprio perchè un procedimento faticoso, spesso, porta al raggiungimento di più risultati: un prodotto artistico e una consapevolezza nuova nei confronti di una tecnica antica.

Ti piace questa tecnica? Leggi anche l’intervista a Eva Basile, una “feltraia” d.o.c.!!!

Comments to: Il feltro

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Ultimi articoli

    Un risorsa digitale in PDF con tanti approfondimenti per affrontare in modalità multidisciplinare uno dei temi più belli di sempre: l’amore! Percorsi digitali interdisciplinari: schede didattiche sull’amore in PDF L’amore tra arte, musica, inglese e letteratura italiana per i Percorsi digitali interdisciplinari Zebrart è progettato per offrire un percorso didattico trasversale che abbraccia diverse materie […]

    Ultimi commenti

    Tag Cloud