Vi presentiamo Pierre-Adrien Sollier, un giovane artista francese che fa rivivere i grandi classici della pittura attraverso le sue ironiche tele abitate da personaggi di Playmobil… una modalità nuova per presentare i classici ai ragazzi!

Arte contemporanea a scuola: quadri con i Playmobil per riscoprire i grandi classici

Davvero interessante la produzione di Pierre-Adrien Sollier che permette di creare una lezione alternativa, anche a scuola, per rivisitare e conoscere in chiave ironica, i grandi classici che hanno fatto la storia dell’arte europea. Creano interesse e curiosità le tele di questo giovane artista che citando alcune delle opere più famose della storia dell’arte, sostituisce i soggetti originali dei quadri con i Playmobil!

Sì, avete visto bene le famose costruzioni sono le protagoniste delle tele…siete curiosi di sapere il perché della scelta? Non perdetevi l’intervista e scoprite tutti i dettagli direttamente dalle parole dell’artista!Pierre Adrien Sollier l'artista dei quadri con i Playmobil

 

Pierre-Adrien Sollier: ecco la sua intervista per zebrart.it!

Benvenuto Pierre-Adrian su Zebrart; ho visto tante tue opere in rete che mi hanno colpito, molti siti web esteri ti hanno dedicato articoli e interviste. Spieghiamo anche al pubblico italiano di Zebrart chi sei…

La laitière - opera di Pierre-Adrien Sollier

Chi sono? Sono un pittore di 32 anni e di base sono a Parigi. Ho iniziato i miei studi artistici nel 2000, nella scuola francese preparatoria “L’atelier de sèvres”. Mi sono laureato in Graphic Design alla scuola superiore delle arti di Parigi nel 2005, e ho preso una specializzazione post-lauream al  Saint Martins school di Londra nel 2006 in animazione.

Dopodiché ho iniziato a lavorare come graphic designer, story boarder e animatore per la pubblicità, video clip musicali  e film di animazione per qualche anno. Accanto a tutto ciò ho sempre dipinto molto nel mio tempo libero.

Nel 2011 ho fatto la mia prima mostra personale a la Galerie des arts graphiques a Parigi, da allora sto ancora facendo questo!

 

Un artista giovane dunque, da qualche anno nel sistema dell’arte contemporanea… qual’è per te il significato di essere artista oggi? Che tipologia di lavoro è?

Essere artista…mi piace il modo di dire che in francese suona così “ce nest pas quand on peut mais quand on doit” . Qualunque sia il messaggio, quando si fa arte, vogliamo essere ascoltati per qualcosa, almeno credo.

Che tipo di lavoro è? È un “lavoro” a tempo pieno, tutti i giorni (intendiamoci, nel senso buono del termine) sono sempre lì col pensiero!

Cerco sempre di fare collegamenti tra quello che vedo e quello che sento e su come poter trascrivere queste sensazioni con la mia arte. Penso realmente che un artista contemporaneo debba essere connesso con la sua epoca. Deve esserci dunque un dialogo tra quello che è stato già fatto e quello che si sta per fare,mostrando dunque un’evoluzione artistica. Ma oggi “arte contemporanea” non può essere racchiusa in una definizione corretta, perché è l’arte di oggi e domani… non sappiamo cosa aspettaci!

Pierre-Adrien Sollier collage

Veniamo alla caratteristica delle tue tele: i soggetti sono i famosi Playmobil che hanno preso il posto dei soggetti più celebri della storia dell’arte… perché proprio i Playmobil?

Ad essere onesto, veramente io ho iniziato a “giocare” con loro quando studiavo animazione per creare le mie composizione prima di iniziare a disegnare per dare un idea in una scala ridotta, delle luci e delle proporzioni dei miei personaggi ( Nella stessa maniera in cui i vecchi maestri usavano le figurine di argilla come per esempio nella scuola veneziana: anche Tiziano le usava per rendere l’effetto della luce nelle sue opere! )

Non so di preciso quando mi sia venuta l’idea di usarli come figure umane, ma quando l’ho inserite per la prima volta in una mia composizione, a quel punto ho trovato questi piccoli personaggi con le espressioni del volto, simili alle Emoticons, decisamente universali e interessanti.

Ho iniziato a usare questa particolare tecnica perché grazie alle rigide espressioni, caratteristiche dei Playmobile posso  per far uscire il tono ironico e cinico (a volte) delle opere d’arte e ancora sono in fase di ricerca.

 

L'opera di Pierre Adrien Sollier - Le radeau de la méduse

Nella serie Museum, ho visto davvero tantissime opere famosissime citate e riprese nelle tue tele come La Gioconda di Leonardo. Come scegli le opere da riprodurre? Sono le tue preferite?

Io volevo, principalmente in quanto amante dell’arte, fare un “omaggio contemporaneo” ai pittori che ammiro, che mi hanno trasmesso la passione della pittura. E certamente Leonardo da Vinci è un’icona della storia dell’arte. Ma non sono affatto sicuro della resa del mio “sfumato” e della mia Mona Lisa che sicuramente non sembra guardare a destra e a sinistra 😉

Resta il fatto che mi piace lavorare con i pittori icone della storia dell’arte perché riassumono nelle loro opere tutto un periodo di tempo e gettano le basi per noi che veniamo dopo.

 

Cosa ne sai dell’insegnamento dell’arte oggi a scuola? Pensi che l’arte contemporanea debba essere presente nei programmi scolastici?

Non ho esperienze dirette oggi e non posso risponderti con precisione, da parte mia non posso lamentarmi. Ho incontrato ottimi insegnanti che mi hanno trasmesso la loro passione e le loro conoscenze, io credo dipenda molto dagli insegnanti.

Penso veramente che sia essenziale creare una coscienza artistica nelle giovani generazioni perché l’arte è (e deve essere) l’opposto della violenza e la più bella modalità per ricordare e lasciare traccia di quello che di buono si è fatto.

 

 

A Pierre-Adrien va il mio sincero ringraziamento per la disponibilità nel rilasciare questa intervista, la prima concessa per una traduzione in lingua italiana e per l’utilizzo delle immagini delle sue opere che potete trovare sul suo sito: www.solliergallery.com

Comments to: Pierre-Adrien Sollier: i Playmobil invadono le tele!

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Ultimi articoli

    Un risorsa digitale in PDF con tanti approfondimenti per affrontare in modalità multidisciplinare uno dei temi più belli di sempre: l’amore! Percorsi digitali interdisciplinari: schede didattiche sull’amore in PDF L’amore tra arte, musica, inglese e letteratura italiana per i Percorsi digitali interdisciplinari Zebrart è progettato per offrire un percorso didattico trasversale che abbraccia diverse materie […]

    Ultimi commenti

    Tag Cloud