Un gufetto, di nome Bartolomeo Masterly è il protagonista, insieme ai suoi amici, di un progetto veramente speciale…Museum children eBook, un nuovo modo per avvicinare i bambini al mondo dei musei e al patrimonio culturale italiano!Abbiamo intervistato la Dott.ssa Anna Cipparrone, ideatrice del progetto, che ci ha spiegato in cosa consiste Museum children eBook e tutte le informazioni necessarie per reperirlo.

Il museo tutto da scoprire con un ebook… Ecco l’intervista ad Anna Cipparrone

Com’è nato il progetto?

Mi trovavo con le mie bambine nel Museo archeologico di Reggio Calabria (da premettere che una ha tre anni bambini e museum children ebooke la seconda 1 e mezzo!) per una gita domenicale. Come di consueto ho iniziato a raccontare loro di quante importanti testimonianze del passato si trovano sotto terra o nel mare e abbiamo scherzato di fronte alla meraviglia della figlia più grande circa la nudità delle sculture e la loro grandezza rispetto a noi. Dopo qualche giorno, a casa, sul tappeto dei giochi, mia figlia esordisce chiedendomi “Mamma, ma lo scudo di quei guerrieri dove era finito?”. La sua esclamazione mi ha chiarito in un solo istante la grande predisposizione dei bambini a considerare il bene culturale oggetto di discussione e di riflessione quotidiana e mi ha fatto constatare l’assenza di supporti didattici che consentano ai più piccoli di ritornare sull’esperienza della visita al Museo anche a casa, dopo giorni, con i genitori e i compagni.

 

Cos’è Museum Children Ebook?

Museum Children eBook è dunque un progetto, anzi una missione, per avvicinare i bambini piccolissimi al patrimonio museale italiano parlando il loro stesso linguaggio ma introducendoli in concetti importanti (museo, collezione, sezione, fruizione, scavo archeologico, reperto, nucleo tutela ecc.) con l’espediente del disegno e del gioco interattivo. Mi preme precisare che l’anima del progetto è la disponibilità di tutti i suoi membri e la passione verso le rispettive professioni. Non è un progetto nato per raggiungere cifre economiche elevate, ma per vedere i bambini sorridere davanti ad un’opera d’arte, non soltanto davanti a Peppa Pig, a casa o a scuola…Un progetto che induce a ripensare al patrimonio come argomento quotidiano di discussione e crescita intellettuale.

I gufetti protagonisti degli ebook
I gufetti protagonisti degli ebook

 

Perché un ebook? Quanto è importante utilizzare la tecnologia all’interno di un contesto didattico e museale?

La scelta del supporto digitale deriva da due fattori essenziali: l’abbattimento dei costi e l’adeguamento alle nuove frontiere della didattica museale. Molti bookshop vantano volumi destinati ai bambini sulle collezioni museali ma, ahimè, quante famiglie sono disposte a spendere in tale direzione? Non capita, al contrario, che molti genitori chiedano alle maestre se bisogna pagare per entrare nel Museo, dimostrandosi invece molto più bendisposti se i figli chiedono di comprare oggetti talvolta inutili? Si è pensato all’ebook e alle Applicazioni mobili perché tutte le famiglie potranno acquisirne uno con 2-3 € direttamente nei Musei aderenti oppure sul web (la prima piattaforma in cui si trovano tutti è proprio il nostro sito). La scelta del supporto digitale deriva anche dalla evidente predisposizione dei piccoli nell’approcciarsi, anche in termini didattici, ai tablet ed ai computer; la sfida è quella di favorire la conoscenza dei Musei e del patrimonio culturale utilizzando il metodo a loro più congeniale facendo sì che la tecnologia e la cultura si fondano per garantire loro un percorso formativo assolutamente idoneo alle grandi ricchezze che il nostro territorio offre.

 

 Dove possiamo trovarlo?

Le App su tutti gli store online perché disponibili sia per Android che per iOS, gli ebook in tutte le librerie digitali. Tuttavia il percorso più semplice è seguire le pubblicazioni dal sito del progetto e dalla sua pagina Facebook. Le card contenenti gli ebook si trovano anche in vendita presso i bookshop dei Musei aderenti. Attualmente sono disponibili nel Museo dei Brettii e degli Enotri di Cosenza, mentre imminente è la distribuzione delle card nei Musei archeologici di Locri e Vibo Valentia.

 

Quali musei hanno aderito al progetto?

le ebook card
le ebook card

Il progetto ha ricevuto una approvazione molto importante dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e paesaggistici della Calabria nel 2014 e si è immediatamente rivolto ai Musei calabresi, archeologici e storico-artistici nonché naturalistici, sintesi di una stratificazione culturale e di una varietà e vastità del patrimonio calabrese spesso sconosciuta ai più. Hanno aderito al progetto il Museo diocesano d’arte sacra di Santa Severina, i Musei Nazionali archeologici di Reggio Calabria, Locri e Vibo Valentia, il museo dei Brettii e degli Enotri di Cosenza, la Galleria Nazionale di Cosenza per il cui ebook e la cui App abbiamo ricevuto il sostegno economico di Banca Carime per la realizzazione del lavoro, i Musei del Parco Nazionale della Sila, il Museo diocesano di Reggio Calabria con cui è stata avviata una campagna di crowdfounding la cui buona riuscita ci consentirà di realizzare ebook ed App (a proposito…mancano pochi giorni…contribuite alla raccolta e ne vedrete concretamente i frutti). Con altri Musei siamo in stretto contatto e cerchiamo in tutti i modi, pur con le esigue risorse di cui oggi purtroppo essi dispongono, di realizzare i lavori che ci vengono proposti certi che l’implementazione della collana editoriale Museum children eBook costituisca un valido strumento per la conoscenza del patrimonio culturale italiano e della sua fruizione.

 

 Quali sono le prospettive del progetto per il futuro?

Museum children eBook nasce con un obiettivo, riuscire ad appassionare i bambini al patrimonio culturale ma anche diventare un “fenomeno”. Un’occasione per dimostrare che la ricerca e la valorizzazione possono e devono dialogare e che Bartolomeo Masterly è in grado di volare in tutti i Musei d’Italia per raccontarne le meraviglie a tutti i bimbi del mondo. Per far sì che la sera, genitori e figli, non raccontino soltanto le favole – bellissime e intramontabili, certamente – ma anche piccole storie legate alle opere d’arte di cui siamo il paese più ricco al mondo e che ci consentono, ogni giorno, di tenere salde le nostre radici e la nostra identità culturale.

Ecco il team di Museum children eBook!!!
Ecco il team di Museum children eBook!!!

Noi sicuramente seguiremo le avventure dei gufetti e, nel frattempo, ringraziamo la Dott.ssa Cipparrone e lo splendido team di Museum children ebook!

Comments to: Musei 2.0 – un ebook per visitarli

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Ultimi articoli

    Un risorsa digitale in PDF con tanti approfondimenti per affrontare in modalità multidisciplinare uno dei temi più belli di sempre: l’amore! Percorsi digitali interdisciplinari: schede didattiche sull’amore in PDF L’amore tra arte, musica, inglese e letteratura italiana per i Percorsi digitali interdisciplinari Zebrart è progettato per offrire un percorso didattico trasversale che abbraccia diverse materie […]

    Ultimi commenti

    Tag Cloud