I materiali che possiamo adoperare per dare sfogo alla nostra creatività sono tantissimi: pastelli, acquerelli, inchiostro, carta… Potremmo elencarne centinaia e basterebbe dare un’occhiata a un qualsiasi negozio di belle arti per accorgerci che le potenzialità offerte dal loro uso singolo o combinato sono infinite!

Il problema però si trova a monte: oltre a riconoscerli dovremmo anche sapere quali sono le loro potenzialità, il loro uso ottimale e le caratteristiche principali. Come possiamo insegnare ai più piccoli ad adoperarli nella migliore maniera possibile?

Oggi vi parliamo di un materiale a basso costo che ha fatto parte dell’immaginario legato al mondo scolastico per decenni: il gesso! Al giorno d’oggi molti insegnanti utilizzano la LIM ma non dimentichiamo che il gesso, bianco o colorato, può essere un ottimo strumento didattico grazie alle sue specifiche proprietà.

Come possiamo usare i gessetti colorati a scuola? Ve lo spieghiamo subito! 🙂

Che cos’è il gesso?

Il gesso è un minerale composto da solfato di calcio biidrato. È un materiale molto tenero che si lavora con facilità e proprio per questo è conosciuto fin dall’antichità e utilizzato nell’edilizia, nell’agricoltura e nell’arte.
Gli scultori, ad esempio, sono soliti realizzare i modelli delle proprie opere in gesso sfruttando alcune
proprietà del materiale (basso costo e versatilità). I pittori, invece, ricorrevano al gesso nella preparazione delle tavole adoperando un processo chiamato imprimitura.
Oggi il gesso è particolarmente usato in campo artistico dagli Street Artists che con le loro opere, spesso
provocatorie o d’effetto, abbelliscono le nostre città e colorano le nostre strade.

È possibile utilizzare il gesso in blocchi di modeste dimensioni per svolgere attività propedeutiche alla scultura “a levare” vera e propria, si tratta però di un’attività laboratoriale che necessità di qualche strumento specifico (lime, scalpelli, sgorbie) indirizzata soprattutto a ragazzi delle scuole secondarie di primo e di secondo grado a seconda della manualità della classe.

Oggi invece ci occupiamo di lavorare con i gessetti colorati a scuola rivolgendoci soprattutto al biennio della scuola primaria. Abbiamo scelto strumenti economici alla portata di tutti. Cercheremo soprattutto di far lavorare i più piccoli sulla caratteristica tipica del gesso, che essendo un materiale tenero e sfaldabile si presta molto bene alle sfumature.

Attività in classe con i gessetti colorati!

Come si realizza il riflesso della luna o del sole sull’acqua? Molti artisti del passato si sono interrogati su questo argomento dando vita a straordinari dipinti che ancora oggi ci emozionano. L’attività che vi proponiamo potrebbe partire proprio dall’osservazione di alcune opere di autori molto famosi come, ad esempio, gli impressionisti francesi, che hanno fatto dello studio dei riflessi sull’acqua un motivo costante!

spiegazione monet impressione levar del sole

C. Monet, Impressione levar del sole, 1872.

Fate in modo che i bambini si esercitino nell’analisi dell’opera, aiutateli stimolando la loro capacità di osservazione partendo dal riconoscere i colori, a descrivere la scena e a osservare i dettagli. In che modo il sole si riflette su di essa? come rende il riflesso?

A questo punto proviamo anche noi a realizzare un piccolo elaborato in cui studiamo il riflesso sull’acqua! Quest’attività consentirà ai più piccoli di acquisire competenze necessarie all’utilizzo della tecnica del gessetto, favorendo la motilità fine e la coordinazione oculo-manuale.

Per l’attività che proponiamo servono solo gessetti colorati e un foglio di cartoncino leggero nero, materiali facilmente reperibili in cartoleria.

attività gessetti colorati a scuola

Dopo aver preparato i materiali occorrenti, pieghiamo a metà il cartoncino seguendo il lato lungo. Nella metà superiore del cartoncino disegniamo un cerchio che rappresenterà la nostra luna piena e utilizziamo il gessetto per colorarne tutto l’interno.
Con una lieve pressione delle dita compiere movimenti circolari intorno alla luna per sfumare e rendere l’atmosfera notturna nel nostro cielo scuro.
Nella metà inferiore del cartoncino disegniamo il mare, seguendo la piega del foglio.

fasi lavoretto in classe gessetti colorati
Adesso occupiamoci del riflesso della luna sul mare: con lo stesso gessetto che avete usato per colorare la luna,
realizziamo una serie di sottili linee sempre più corte e sfumiamole utilizzando le dita. In questo modo le linee non saranno più riconoscibili ma resterà solo lo splendido riflesso di luce sul mare!

 

lavoretto a scuola gessetti fasi

Un’attività del genere, pur essendo molto semplice, permette di lavorare su obiettivi diversi: sulla motilità fine e la coordinazione oculo-manuale ma anche sulla conoscenza dei materiali della didattica e dell’arte. Aiuta a prendere confidenza con le proprie potenzialità espressive e rappresenta un momento di contatto con opere d’arte del passato.

Fateci sapere cosa ne pensate e scriveteci su info@zebrart.it per maggiori informazioni!