Con il suo fascino intramontabile, l’arte egizia non smette di incuriosire grandi e piccoli! Leggi questo articolo per scoprire come affrontare il tema dell’arte egizia per bambini, scarica la nostra scheda gratuita in PDF e affronta con noi questo viaggio alla scoperta delle piramidi, della scultura e della pittura egizie!

Piramidi per bambini: come spiegare l’arte egiziana?

Tra i monumenti più famosi del mondo ci sono senza dubbio le piramidi: costruzioni imponenti e maestose, veri e propri miracoli architettonici! Le piramidi sono monumenti funebri innalzati allo scopo di contenere le spoglie del Faraone defunto. Le tecniche costruttive furono inventate, secondo la tradizione, da Imhotep, l’architetto del Faraone Gioser, che costruì a Saqqara una piramide molto particolare: quella a “gradoni”. È formata da centinaia di migliaia di blocchi di pietra e risale al 2700 a.C. Le piramidi più note sono quelle a pareti lisce, come per esempio quella di Cheope, Chefren, Micerino a Giza.

piramidi egizie spiegate ai bambini

credit: meteoweb.eu. Piramidi di Crefren, Chope e Micerino. Giza.

La progettazione delle piramidi è molto complessa e qualche volta sono crollate durante la costruzione. Fu presto scoperto un importante segreto: spianare la base di roccia che doveva sostenere la struttura. Era un lavoro molto lungo e faticoso: bisognava, infatti, sgomberare la superficie dalla sabbia del deserto e poi livellarla millimetro dopo millimetro. Per testare la livellatura venivano scavate migliaia di trincee che erano poi riempite della stessa quantità di acqua, se questa non arrivava ai bordi bisognava scalpellare ancora.

La pittura nell’antico Egitto: le tombe a camera

pittura tombaLe piramidi non sono l’unico sistema funerario che l’antico Egitto ha ideato. Con l’avvento del cosiddetto “Nuovo Regno” (1600 a.C.), le famiglie reali si fanno seppellire in “tombe a camera” scavate nella roccia della Valle dei Re e delle Regine. Era un sistema meno spettacolare ma di certo più sicuro contro i profanatori di tombe. Nelle “tombe a camera” il Faraone (o la sua sposa) erano seppelliti insieme a ricchissimi corredi funebri. Le stanze della tombe erano interamente dipinte dando vita a scene tutt’oggi famose in tutto il mondo! (Nella foto accanto: pittura dalla tomba di Nefertari, 1298 a.C. circa, Valle delle regine)

 

La scultura dell’antico Egitto

scultura antico egitto per bambini

Statua di Ramses II con gli dei Amon e Hator, Museo Egizio, Torino. Credit: robven

L’Egitto è una terra naturalmente ricca di pietra (basalto, calcare, arenaria, alabastro) e ciò ha incoraggiato l’attività degli scultori che hanno rappresentato i faraoni in statue gigantesche. Queste opere erano collocate nei templi o nel deserto e prevale in esse la necessità di rappresentare il sovrano come una divinità, perfetto nelle forme e solenne nella posizione.

 

Vuoi realizzare una lezione sull’arte egizia per bambini? Scarica la nostra scheda didattica gratuita!

Le piramidi spiegate ai bambini!