Solitamente siamo abituati a disegnare in due dimensioni. e se vi dicessi che invece è possibile ottenere l’effetto del 3D senza avere a disposizione sofisticati supporti tecnologici? Gli artisti ci offrono moltissimi esempi di illusioni ottiche o di prospettive, Escher (di cui abbiamo già parlato), gli esponenti dell’ Optical Art, ma anche Julian Beever, street artist britannico in grado di portare una foca polare direttamente in centro città e molti altri.

Il comune denominatore di tutti questi artisti è l’aver saputo giocare con le illusioni ottiche al fine di creare opere che sembrano fuoriuscire dal piano.

Julian Beever, Arctic street conditions, 2007
Julian Beever, Arctic street conditions, 2007

Proviamo a sperimentare insieme, con una semplice attività, la terza dimensione.

Iniziamo!

DSC_0392 (2)Ovviamente bisogna partire da ciò che ci occorre, ma contrariamente ad ogni aspettativa, pensando al 3D, ci servono materiali che ognuno di noi può facilmente reperire in casa o a scuola.

Materiale occorrente:

  • Foglio
  • Matita
  • Pastelli, pennarelli, colori a tempera
  • Riga
  • Una mano (puoi usare la tua o quella di un amico)

Come si fa?

1. Traccia il contorno della tua mano sul foglio senza calcare eccessivamente e con la riga segna delle righe parallele evitando la figura della mano.

2. Ora traccia delle linee curve congiungendo due linee parallele corrispondenti

Inizia a colorare a tuo piacimento seguendo le linee guida segnate in precedenza. Ricordati di seguire le curve all’interno della mano, saranno proprio loro a dare l’impressione della tridimensionalità.

3. Il gioco è fatto! Osserva da lontano il tuo lavoro, non sembra in 3D?

4. Se vuoi, puoi aggiungere luci ed ombre per dare un maggiore effetto di profondità alla tua mano in 3d.

Segui le immagini qui sotto per vedere come si fa passo passo:

Come vedi non è stato difficile creare l’illusione della terza dimensione, adesso hai la tua mano in 3d, prova a cimentarti con altre forme o utilizzando diversi tipi di colori, facci sapere come è andata!

Comments to: Un laboratorio sulle illusioni ottiche: la mano in 3D

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Ultimi articoli

    Cosa intendiamo comunemente per accessibilità museale? Quando un museo è veramente accessibile? Siamo soliti pensare all’accessibilità museale come superamento delle barriere architettoniche che permettono l’accesso fisico e senza ostacoli al museo. Certamente per accessibilità intendiamo un accesso e una visita agevole negli ambienti museali ( ascensori al posto di ostiche gradinate, vetrine alla giusta altezza, […]

    Ultimi commenti

    Tag Cloud