Ecco a voi un piccolo reportage sullo #zebralab a Massaciuccoli Romana, nel cuore della Versilia! 

La scorsa domenica 24 maggio è cominciata alle ore 11: tre zebre, un’automobile carica materiali e tanta voglia di rivedere i nostri amici di Massaciuccoli Romana!

Una volta arrivate a destinazione l’accoglienza che il direttore del museo (Francesco Ghizzani) e lo staff ci ha riservato è stata molto calorosa e abbiamo preparato tutti insieme l’occorrente in vista del laboratorio.

Questo #zebralab voleva essere una piccola indagine sull’utilizzo delle spezie nel mondo antico e nell’arte contemporanea. 

 

#zebralab tra archeologia e storia dell’arte contemporanea

Lo #zebralab è cominciato alle ore 16, con i saluti del Direttore e un interessante excursus sull’utilizzo delle spezie nel mondo antico. Quali spezie utilizzavano gli antichi romani? A quale scopo? Fin dove erano costretti ad arrivare per procurarsi queste sostanze costose e pregiate?

laboratorio didattico bambini massaciuccoli romana

 

 

Noi zebre ci siamo occupate della parte relativa all’arte contemporanea, mostrando ai partecipanti tre diverse opere che prevedono l’utilizzo delle spezie, cercando di evidenziare come riescano a coinvolgere i sensi del visitatore (olfatto, vista e in certi casi anche il gusto!).

E adesso… via col divertimento!

I partecipanti, bambini e genitori, avevano la possibilità di colorare un disegno utilizzando la tecnica dell’acquerello, con le spezie a sostituzione dei pigmenti tradizionali. Paprika, cumino, curry, cannella, noce moscata, pepe e coriandolo in grani… Ognuno di loro ha avuto la possibilità di annusare e manipolare alcuni – permettetemi il gioco di parole – tra i materiali più anomali dell’arte contemporanea, scoprendo odori e consistenze inedite. I chilometri in autostrada, la pioggia e la stanchezza non sono nulla di fronte al sorriso raggiante dei partecipanti: siamo fermamente convinte che questa sia una delle soddisfazioni più grandi che ci regala il nostro lavoro! Il direttore Francesco e i membri dello staff del museo hanno partecipato attivamente, realizzando dei bellissimi elaborati! Che ne dite, non sono stati bravissimi?

laboratorio didattico adulti

 

I Piccoli Musei e l’ospitalità

Una volta terminata l’esperienza laboratoriale, lo staff del museo ha offerto ai visitatori e a noi #zebrecommosse un buffet di dolci (ognuno dei quali aromatizzati con una spezia diversa), tisane e bevande calde. Non sono riuscita nascondere la sorpresa di fronte a quella tavola appetitosa, e un simpaticissimo amico di Massaciuccoli, Carlo, mi ha risposto con una frase che credo riassuma alla perfezione l’atmosfera che si respira al museo:

Per noi il museo è come la nostra seconda casa. Se aspettassi un ospite per merenda a casa tua, non faresti trovare anche qualcosa di dolce?

Dopo una frase del genere non resta spazio per la retorica, possiamo solo confermare ciò che abbiamo detto in occasione della #MuseumWeek: i Piccoli Musei sono realtà vincenti. Le difficoltà da affrontare, soprattutto in questo momento storico, sono tante, ma la sensazione che riescono a regalare ai visitatori è impagabile, ed è la stessa che tutti noi, cittadini di un mondo che va veloce (ma che spesso non si sa nemmeno dove stia andando!), cerchiamo ogni giorno: sentirsi a casa.

 

 

Un ringraziamento particolare va, quindi, al direttore Francesco Ghizzani, a Gino Trinci, Carlo Cortopassi, Mariela Quartararo, Alberta Puccinelli, Nicoletta Pandolfi e a tutti coloro i quali collaborano e partecipano alle attività del Museo di Massaciuccoli Romana.

 

Le foto di questo articolo sono state scattate da Luna Cesari.