Tra le opere più celebri di Umberto Boccioni c’è sicuramente Materia. Datata 1912, l’opera sarà probabilmente esposta nella grande mostra su Boccioni a Milano, per celebrarne il centenario della morte

Materia di Umberto Boccioni: analisi dell’opera e scheda didattica per bambini.
tra le opere più celebri di Boccioni Materia del 1912

Partiamo dal titolo: perché si intitola Materia quest’opera?

La forte valenza simbolica dell’opera si esprime già dal titolo: materia ha la stessa radice lessicale con “madre” e “matrice”, il riferimento visivo è infatti il ritratto della madre, tema che ricorre sovente nella poetica di Boccioni.

Prima di arrivare alla composizione pittorica definitiva, con la figura che si staglia frontale, Boccioni aveva fatto numerosi bozzetti e altre opere che ritraevano sempre la madre di tre quarti. Notevole fu certamente l’influenza di un dipinto di Cézanne, Madame Cézanne nella poltrona rossa (1878-80).opera che ha ispirato Materia di Boccioni

Il fulcro della composizione è certamente la rappresentazione delle braccia unite al centro dell’opera: mani forti, in primo piano verso lo spettatore, che sembrano spingere lo sfondo al di fuori del quadro, ribaltando i canoni della prospettiva classica. Le spalle e la schiena della madre sembrano appoggiate sull’inferriata di un balcone a differenza della comoda poltrona rossa di Cézanne.

Sullo sfondo una città: sulla sinistra sembra rappresentato un cavallo e sulla destra un uomo in movimento.  Come sicuramente ricorderete i temi della città, dei cavalli e degli uomini in movimento sono molto cari a Boccioni e tutti presenti nell’opera che abbiamo già analizzato Cavallo + Cavaliere + caseggiato , conservata alla GNAM di Roma, ma esposta in mostra per il centenario di Boccioni, a Milano, presso Palazzo Reale.

 

Scarica la scheda didattica su Boccioni, Materia, per bambini!

Siete pronti ad andare in museo a vedere da vicino Materia? Come al solito potete scaricare gratuitamente la nostra scheda di appunti dei bambini al museo e portarla con voi in mostra, per imparare ad osservare e, perché no, a giocare un po’ con le opere!

Materia di Boccioni, 1912, appunti per bambini!