Continuano i nostri #zebraconsigli di letture a tema artistico e tra i tanti che compongono questo fantastico mondo dell’editoria per bambini non potevamo non presentarvi un’opera di Fausto Gilberti per Corraini Edizioni.

Arte contemporanea e letteratura per bambini: il “non tanto strano” binomio!

Chiunque, e dico proprio chiunque, si è cimentato nella progettazione di laboratori didattici per bambini a tema arte contenìmporanea non ha potuto non sfogliare uno dei tanti libri di Fausto Gilberti per la Corraini Edizioni! Tanti omini esili (pensate che un bambino nello scorso laboratorio ha notato che sono “tutti, ma proprio tutti secchi secchi”) questo il tratto distintivo che traccia magre figure, sempre in bianco e nero: la linea essenziale e inconfondibile di questo grande illustratore che a dire la verità, non ama definirsi tale, piuttosto un pittore e disegnatore!

Nasce a Brescia e si forma all’Accademia delle Belle Arti di Brera, intraprende la carriera di artista prima di arrivare alla letteratura e all’illustrazione. Da sempre si occupa di arte contemporanea e negli ultimi anni realizza delle monografie scegliendo sempre artisti rivoluzionari che hanno lasciato ai posteri qualche esempio di opera bizzarra!

In alcune interviste ha dichiarato che rispetto al pubblico che frequenta il sistema dell’arte contemporanea fatto di artisti e curatori oltre che da pubblico generico, preferisce di gran lunga quello che popola le fiere dedicate all’editoria: più “ingenuamente” appassionato, senza pregiudizi!

Duchamp raccontato ai bambini: la forza del disegno e dell’ironia

E tra questi artisti “bizzarri”, Fausto Gilberti non poteva non prendere in considerazione il signor Marcel Duchamp che acquistò in un giorno imprecisato dell’anno 1917 un orinatoio! Inizia proprio così la storia scritta e disegnata di Duchamp, proprio in uno di quei gabinetti pubblici dove gli uomini in piedi fanno la pipì.

Credits Corraini Edizioni

Credits Corraini Edizioni

La reazione dei bambini già alla seconda pagine? Grasse risate! “ma come è possibile che questo è un artista?” o ancora “ma anche gli artisti quindi fanno la pipì come noi?” e soprattutto “Marcel andava sempre nei bagni pubblici perchè non aveva una casa?”. Risate, supposizioni, un filo di vergogna perchè l’operatore o comunque l’adulto che legge e soprattutto nel libro si parla addirittura di pipì!

La lettura è molto divertente e le illustrazioni hanno una carica ironica davvero irrestistibile: si passano così in rassegna le opere di Duchamp come Ruota di bicicletta, lo Scolabottiglie e ancora la famosissima Gioconda con i baffi ( L.H.O.O.Q.) … ma ci voleva un nome per quel genere di opere e allora ecco spiegata la parolina magica nonché termine tecnico, ready-made!

Credits Corraini Edizioni

Credits Corraini Edizioni

Una modalità, quella della lettura di questi testi, per nulla scontata e assai divertente per parlare, spiegare o anche solo iniziare a conoscere insieme ai più piccoli, l’arte contemporanea!

Parola di zebra!