Scarica il nostro PDF gratuito con l’analisi dell’Ultima Cena di Leonardo da Vinci! È perfetto per un ripasso o per preparare la lezione alla classe :)

Leonardo da Vinci per bambini

Leonardo da Vinci è un artista che piacerà sicuramente molto ai bambini soprattutto grazie alla versatilità delle sue ricerche!

disegni e studi di leonardo da vinci

Leonardo, Figure geometriche e disegno botanico, 1490 circa.

Leonardo, infatti, non è stato soltanto un grande pittore -la Gioconda conservata al Louvre è famosa in tutto il mondo!- ma un uomo incredibilmente curioso che studiò botanica, idraulica, arti militari, architettura, ingegneria, geometria, anatomia e scultura.

Di lui ci restano diverse opere d’arte ma la parte più cospicua della sua produzione consiste nei disegni: ce ne restano circa quattromila, sparsi in tantissime biblioteche di tutto il mondo!

Gli studi preparatori e i bozzetti spesso vengono considerati di “serie B” rispetto alle opere d’arte vere e proprie ma mostrarli ai bambini può rivelarsi molto importante. Tramite l’osservazione degli schizzi e degli studi di un artista, infatti, i bambini possono iniziare a familiarizzare con l’idea secondo cui l’artista è, innanzitutto, una persona che studia molto – e molto intensamente!- per anni.

Quella che solitamente chiamiamo “predisposizione” certamente è d’aiuto ma non è l’unico requisito necessario: la forza di volontà e l’impegno costante sono fondamentali in ogni attività!

Leonardo da Vinci biografia per bambini… E non solo!

Leonardo è nato nel 1452 a Vinci, in Val d’Elsa. Il padre si rende conto molto presto che il figlio ha una buona manualità e interesse nel disegno e lo porta a Firenze, facendolo lavorare nella bottega di un altro importante artista: Andrea del Verrocchio.

Una delle prime opere di Leonardo che sono giunte fino a noi è un disegno a penna ed acquarello conservato agli Uffizi dal titolo Paesaggio della Valle dell’Arno. Qualche storico dell’arte crede che si tratti di una veduta dall’alto della valle del fiume, altri credono si la copia di un’opera fiamminga e qualcuno ha ipotizzato sia uno studio per delle fortificazioni militari.

prima opera di leonardo da vinci paesaggio

Leonardo, Paesaggio della Valle dell’Arno, 1473. Penna, bistro e acquarello su carta. Firenze, Galleria degli Uffizi, Gabinetto dei Disegni e delle Stampe.

Purtroppo non sapremo mai chi di questi studiosi ha ragione ma ciò che importa è che fin dai primi anni della sua carriera Leonardo manifesti un grande interesse per la rappresentazione della natura e della realtà in modo estremamente fedele  (lo vediamo anche nei suoi studi sulla prospettiva aerea).

L’Ultima cena di Leonardo da Vinci spiegata ai bambini: un capolavoro di fine Quattrocento!

ultima cena di leonardo da vinci a milano

Leonardo, Ultima Cena, refettorio Santa Maria delle Grazie, Milano, 1495-1497. Tecnica mista su muro.

Una delle opere più famose di Leonardo è senza dubbio l‘Ultima Cena (o Cenacolo), dipinto a Milano presso il Refettorio di Santa Maria delle Grazie tra il 1495 e il 1497. Ha dimensioni significative (4,6 x 8.8 metri!) e rappresenta il momento in cui Cristo annuncia ai propri discepoli che uno di loro lo tradirà. Se guardiamo i volti dei singoli discepoli vedremo che ognuno di loro manifesta una reazione diversa: dipingere la realtà così come la vediamo, infatti, non significa soltanto occuparsi di paesaggi ma anche osservare attentamente una delle creature più complesse della natura, ovvero l’uomo. Leonardo, infatti, non studia attentamente soltanto le proporzioni anatomiche, ma anche le espressioni che corrispondono alle emozioni provate da ciascuno di noi. Leonardo diceva, infatti:

“la figura non sarà laudabile s’essa non mostra la passione dell’animo”

intendendo quindi la necessità di osservare attentamente la fisiognomica umana e di riproporla nelle proprie opere.

Scarica il PDF con l’analisi e la spiegazione dell’Ultima Cena di Leonardo da Vinci!!!

 

Leonardo da Vinci, Ultima Cena, analisi e riassunto!