Quante volte i bambini invece di guardare la lavagna guardano distrattamente fuori dalla finestra? Noi  zebre lo sappiamo bene e abbiamo preso come spunto questa attitudine e curiosità dei bimbi per darti qualche idea per progettare un laboratorio didattico di arte e immagine, e non solo. Quale sarà il soggetto? Il paesaggio naturalmente!

Laboratorio didattico sul paesaggio: idee e consigli per la tua lezione di arte e immagine

Se è vero, come diceva Leon Battista Alberti, che il quadro è una finestra sul mondo, allora prima di rappresentare la realtà che vediamo e percepiamo sensorialmente, bisogna imparare a osservare e comprendere.

L’obiettivo al quale dovrebbe tendere un laboratorio didattico a scuola che abbia come tema il paesaggio è proprio quello di comprendere i mutamenti naturali e artificiali del paesaggio. Come fare? Ecco qualche idea, utilizzando sempre tecniche artistiche o prendendo come spunto la rappresentazione del paesaggio nella storia dell’arte.

Il paesaggio cambia: lezioni di arte e immagine…e fotografia!laboratorio didattico di fotografia

Guardando fuori dalla finestra della vostra classe cosa di vede? Un parco, una strada trafficatissima in città, una montagna? Bene, qualsiasi paesaggio i bambini vedranno dalla finestra della loro classe subirà durante l’anno scolastico notevoli cambiamenti: immortaliamoli, e osserviamoli insieme! Gli alberi sono delle splendide sentinelle del cambiamento del paesaggio… avete già letto il nostro post dedicato proprio al laboratorio didattico di arte e immagine sull’albero?

laboratorio didattico sul paesaggio

Stabilite un giorno a settimana da dedicare all’osservazione del paesaggio, procuratevi una fotocamera e scegliete il punto fisso in cui posizionarla. Ogni settimana scatterete una foto e alla fine dell’anno avrete un numero considerevole di foto dalle quali poter osservare il cambiamento del paesaggio! Il passare delle stagioni con le differenti caratteristiche saranno oggetto di studio, rappresentazione ed esperienze artistiche anche durante le lezioni, così come i cambiamenti meteorologici e la diversa luce che caratterizza le stagioni!il cambiamento delle stagioni e della luce per un laboratorio didattico

Prova con la tua classe e mandaci le foto dell’esperienza, noi zebre siamo curiosissime di scoprire cosa di vede dalla tua classe 😉

Lezioni sul paesaggio nella storia dell’arte: lasciati ispirare dall’arte!

Certamente l’osservazione della natura e il tentativo di rappresentarla sono alla base di tutte le esperienze artistiche compiute dall’uomo, a partire dalla preistoria. Se ti stai chiedendo quanti artisti abbiano rappresentato il paesaggio nella storia dell’arte, beh non saprei rispondere con esattezza, ma con molta probabilità…tutti!

La Gioconda prospettiva aerea Leonardo da Vinci, La Gioconda

Tra i più celebri non possiamo dimenticare Leonardo da Vinci e la sua prospettiva aerea, la prima forma di rappresentazione delle modifiche di percezione che determina l’aria frapposta tra l’artista e il paesaggio in lontananza rappresentato, guardate proprio sullo sfondo della sua Gioconda 😉 avete notato lo sfumato?

Salto nel tempo: Van Gogh la sua fantastica “Notte stellatatanto per dirne una tra tutte…

Van Gogh La notte stellata

Vincent van Gogh La notte stellata, 1889

Anche l’arte contemporanea ha prodotto splendidi paesaggi: nel post dedicato agli impressionisti vi abbiamo già parlato della loro caratteristica modalità di dipingere all’aria aperta vi ricordate gli esperimenti di Kandinsky prima di arrivare all’astrattismo?

paesaggio in Kandinsky

E a te, quale rappresentazione di paesaggio nella storia dell’arte viene in mente? Qual è la tua preferita? E quella della tua classe?

Facci sapere 😉