Idee per il weekend? Appuntamento imperdibile per i bambini e per tutti gli amanti di Joan Mirò: in mostra a Mantova, negli spazi di Palazzo Te fino al 6 Aprile. Ecco cosa vedere alla mostra e la nostra attività per bambini da scaricare gratuitamente… Gioca con Mirò!

Alla scoperta di Mirò a Mantova, Palazzo Te, dal 26 Novembre 2014 fino al 6 Aprile 2015

Amato da grandi e piccini Joan Mirò è in mostra a Mantova, nella splendida cornice di Palazzo Te, ancora per qualche tempo, fino al 6 Aprile.Mirò, opere esposte a mantova

Vi parlo di questa mostra perché è davvero un’occasione particolare per far conoscere ai bambini questo artista che in genere è molto amato dai più piccolini proprio perché attirati dai colori puri e accesi che utilizza il pittore e dalle forme “buffe” e “infantili” che stimolano, non poco, la fantasia dei bambini che si cimentano nell’analisi del significato dell’opera 😉

La mostra, dal titolo emblematico L’impulso creativo è organizzata dal Comune di Mantova e dalla Fundació Pilar i Joan Miró di Palma di Maiorca ed è curata dalla stessa direttrice della fondazione, Elvira Cámara López.

Si ripercorre la carriera dell’artista spagnolo attraverso l’esposizione di 53 opere, non solo tele ma anche arazzi, terracotte e disegni preparatori, di straordinaria forza e bellezza, che attraversano circa 30 anni della sua produzione artistica.

Davvero interessante la riproduzione degli studi dell’artista, ambienti intimi, luoghi di creazioni di opere straordinarie che hanno reso Mirò famoso in tutto il mondo.

Mirò e i bambini: un viaggio alla scoperta delle “macchie”

Mirò e le attività didattiche

Qualche tempo fa, ho letto un testo davvero interessante, ottimo spunto per la creazione di percorsi ad hoc per la guida alla scoperta, da parte dei bambini, degli artisti più importanti della storia dell’arte, in particolare per quelli del 900: Tra gioco e arte. Imparare ad imparare con esperienze gestaltiche e mappe cognitive, di Dei e Gambarini, ed è qui che si parlava proprio di Joan Mirò.

Il potere evocativo delle immagini dipinte da Mirò è davvero immenso per i bambini che vedono nelle “macchie” rappresentate sulla tela, una sorta di riconoscimento delle “macchie” prodotte da loro stessi, anche in fase di scarabocchio, sui loro fogli; in particolare dobbiamo notare che i bambini hanno una visione sincretica della realtà, vale a dire che nella percezione infantile, la realtà viene riconosciuta non nei particolari ma nel generale, e possiamo notarlo proprio nei disegni dei bimbi.

Se chiedessimo ad un bimbo di disegnare una casa ci proporrebbe la stessa forma per tutte le volte che gli sarà chiesto. Il bambino per casa conosce quella forma, solo con un attento percorso di osservazione e riproduzione da parte nostra della realtà giunge a capire che l’edificio casa può avere varie forme ( possiamo mostrare loro le capanne degli indiani, il grattacielo, una palazzina, una casa ad un piano, una casa a due piani, ecc.)

Le macchie di Mirò, l’utilizzo che l’artista fa del colore e del nero, inteso come sfondo o come tratto di disegno, i diversi materiali usati, possono essere tutti spunti validi per la creazione di un personale percorso da proporre alla classe o ai nostri bambini che visitano la mostra in famiglia, a seconda dell’obiettivo che si vuole raggiungere.

Scheda didattica per giocare… con Mirò!

Ci siamo, tutto pronto per andare a vedere la mostra? Gli adulti possono trovare tutte le info al sito internet dedicato alla Mostra di Mirò a Mantova, e per i più piccoli non dimenticate di scaricare e stampare la nostra attività didattica…buon divertimento!

Scheda didattica Mirò