Giotto è uno dei massimi esponenti della pittura del Trecento. In questo articolo andiamo ad esplorare due aspetti che caratterizzano le sue opere pittoriche e che hanno contribuito a rendere la sua fama eterna.

Giotto: caratterizzazione psicologica dei personaggi

Abbiamo già parlato di Giotto, consigliandovi un modo efficace e divertente per raccontare ai bambini gli aspetti principali della sua biografia, oggi, invece, entriamo nel vivo delle scene dipinte a Padova per spiegare in cosa consiste la portata rivoluzionaria dell’arte di Giotto.  Per farlo dobbiamo prendere in esame due aspetti delle sue opere: la tendenza a caratterizzare psicologicamente i personaggi e il modo di rendere in pittura la città e la natura.

Nel caso della Cappella degli Scrovegni, ci sono numerose scene nelle quali vediamo personaggi tratti dalle Sacre Scritture resi in maniera assolutamente innovativa. A destra, ad esempio, abbiamo riportato un dettaglio tratto dalla scena della Visitazione.

giotto spiegato ai bambini la cappella degli scrovegni

Giotto, Visitazione (dettaglio), 1306 circa, Cappella degli Scrovegni, Padova.

Durante l’Annunciazione l’Arcangelo Gabriele rivelò a Maria che la cugina Elisabetta, più anziana di lei e senza figli, avrebbe dato alla luce un bambino. Maria, sorpresa dalla notizia, si recò in visita dalla cugina dove restò per circa tre mesi ovvero fino alla nascita di Giovanni, il futuro Battista. Una volta spiegata ai bambini la vicenda, proviamo a osservare il dettaglio riportato qui a destra: Elisabetta, ritratta sulla destra, è protesa verso la cugina più giovane e sorride. Le rughe sul viso e sul collo insieme alla tonalità argentea della chioma ci permettono di capire che si tratta di una donna più anziana della giovanissima Maria. Quest’ultima, ritratta a sinistra, la guarda dolcemente e ricambia l’abbraccio. Le due donne, personaggi fondamentali delle Sacre Scritture, vengono ritratte da Giotto con grandissima umanità, nell’atto di compiere un gesto di grande affetto e tenerezza.

Provate a mostrare ai bambini alcuni particolari delle scene tratte dalla Cappella degli Scrovegni (li trovate già pronti nella scheda didattica in PDF da scaricare!) e, dopo aver raccontato loro i dettagli dell’episodio descritto, stimolateli a riconoscere le espressioni sui volti dei protagonisti!

Giotto il pittore della città

Se guardiamo attentamente gli sfondi delle scene dipinte da Giotto noteremo che in molti di essi sono rappresentati scorci cittadini o edifici. Giotto, nelle scene del ciclo padovano, cerca di contestualizzare gli episodi in un ambiente ben riconoscibile. Rifiuta il fondo oro tipico della tradizione bizantina che, se da una parte impreziosiva l’opera e donava un’innegabile aura di ieraticità alle figure, dall’altra tendeva a cristallizzare i personaggi in un eterno hic et nunc. Giotto, invece va in direzione contraria scegliendo volontariamente di inserire i propri personaggi nel flusso della vita quotidiana e della storia!

giotto adorazione dei magi spiegata ai bambini

Giotto, Adorazione dei Magi, 1303-05. Cappella degli Scrovegni, Padova.

Per rendere possibile questa vera e propria rivoluzione, il pittore dovette misurarsi con delle problematiche relative alla resa pittorica degli edifici architettonici e, di conseguenza, relative alla prospettiva. Con Giotto non possiamo parlare di prospettiva geometrica vera e propria, che verrà approfondita e studiata in seguito da Leon Battista Alberti e Piero della Francesca, ma abbiamo un innegabile interesse nella resa delle proporzioni, lo studio delle volumetrie e dello scorcio. Nel caso dell’Adorazione dei Magi possiamo notare un certo impegno nella resa della struttura della capanna che non viene dipinta frontalmente. Alle spalle della Sacra Famiglia, infine, un paesaggio brullo e roccioso si staglia contro un cielo azzurro, caratteristico delle opere giottesche.

La Cappella degli Scrovegni spiegata ai bambini! Una scheda in PDF per l’attività in classe!

A questo punto siamo pronti per l’attività in classe 😀

Scarica la nostra scheda gratuita in PDF Giotto e la Cappella degli Scrovegni: caratterizzazione psicologica dei personaggi!!

 

Giotto e la Cappella degli Scrovegni