Fare didattica sul territorio: cosa vuol dire? Scopriamo uno splendido esempio di come l’arte incontra il pubblico e in particolare i più piccoli!

Affrontiamo oggi su Zebrart una tematica che mi sta molto a cuore: come l’arte, di cui tutto il territorio italiano ne è ricco, incontra il pubblico e in particolare il giovane pubblico locale, attraverso la didattica.

Fare didattica sul territorio: è un’impresa impossibile?

didattica per famiglie alla Certosa di Calci

Girando per musei, piccoli o grandi, quello che ho sentito molto spesso dagli addetti ai lavori, è una generale lamentela sulla carenza di pubblico e nello specifico, di pubblico locale. Certo, il problema della bassa affluenza nei musei è vasto, variegato e complesso e non è questa la sede adatta per affrontarlo, ma quello di cui ci occuperemo noi, è proprio dimostrare come la didattica, mirata al territorio, rappresenti un incentivo alla conoscenza e alla fruizione dei beni presenti sul territorio stesso.

La sezione della didattica dell’arte, i servizi che offre e gli eventi che crea all’interno di un’istituzione museale possono infatti fungere da collante tra l’istituzione stessa e il territorio, che in questo modo è incentivato a frequentare, a scoprire e a conoscere la bellezza che ha intorno, proprio partendo dalle giovani generazioni! 

Noi e così come noi, tanti amici e colleghi, fanno di questo la propria missione e siamo lieti di ospitarli e di farveli conoscere!

Oggi ci spostiamo nella splendida Toscana e in particolare in provincia di Pisa per conoscere da vicino la Certosa di Calci e la dott.ssa Sara della Bianchina, operatrice didattica e museale, guida turistica e curatrice del blog La Piccola Gerbera!

didattica a Pisa, la piccola gerbera

Un esempio di didattica del territorio: conosciamo la Certosa di Calci 

La Certosa di Calci, distante circa 10 km da Pisa, è un luogo davvero suggestivo: il suo fascino è dovuto alla sua antichità, alla bellezza della val Graziosa – cioè piena di grazia – a cui ha dato il nome e soprattutto alla vita solitaria ma operosa dei monaci certosini, che hanno lasciato il monastero all’inizio degli anni ’70 del Novecento, dopo seicento anni!didattica alla certosa di calci

interno della certosa di calci

La Certosa nasce infatti nel 1366, ma quel che vediamo oggi è uno splendido monumento barocco, denso di storia e di storie, perché nel corso del Seicento e del Settecento sono stati moltissimi gli ampliamenti e le trasformazioni voluti dai suoi Priori.

La visita del Museo della Certosa è prima di tutto un affascinante viaggio nel mondo dei monaci certosini, fatto di studio, meditazione e contemplazione, ma anche di duro lavoro, affidato ai fratelli conversi: questi erano monaci laici che si occupavano di tutti i lavori manuali, mentre i monaci padri dedicavano l’intera giornata alla preghiera.visite guidate alla certosa

Cosa può dunque significare visitare oggi la Certosa? Per esempio attraversare la verde corte d’onore, meravigliarsi di fronte agli affreschi della chiesa, divertirsi con gli effetti tridimensionali dei pavimenti delle cappelle, immergersi nella quiete del monumentale chiostro e dell’austera cella, sorprendere i certosini a tavola nel refettorio, sentirsi un po’ principi nella foresteria granducale e scoprire nell’antica spezieria che i monaci conoscevano i segreti dell’arte farmaceutica.

 

Le attività didattiche alla Certosa e non solo, ecco a voi La Piccola Gerbera

Da qualche anno la Certosa propone un’articolata offerta didattica: visite animate a cui è possibile associare laboratori creativi per le scuole e speciali domeniche per le famiglie.Attività didattiche alla Certosa di Calci

A loro si rivolge in particolare la Piccola Gerbera: non solo bambini con laboratori creativi legati al tema dell’arte, ma anche i loro genitori con visite guidate sul territorio, soprattutto toscano, in cerca di luoghi da esplorare. È davvero emozionante infatti guidare i bambini alla scoperta della bellezza che li circonda e riconoscere lo stesso stupore negli adulti che li accompagnano! Concludere con attività creative che aiutino la loro libertà espressiva è poi la vera ciliegina sulla torta.

laboratorio didattico alla certosa di calci, Pisa

Per ulteriori informazioni e contatti www.lapiccolagerbera.it