Infinite volte a scuola ci è stato proposto e a nostra volta abbiamo riproposto 😉 di decorare un disegno con la tecnica del collage.

Ci siamo tutti cimentati nell’incollare pezzi di carta, a volte grandi a volte piccoli, dentro una forma o un disegno prestabiliti!

Tutto sommato il collage è una tecnica divertente, che piace molto ai bambinima quali sono le origini nella storia dell’arte e quali sono le valenze pedagogiche del collage per la scuola primaria o per la scuola dell’infanzia?

Il collage nell’arte

Quasi tutti gli storici dell’arte sono concordi nello stabilire che il movimento cubista e in particolare Braque e Picasso sono stati i primi artisti che hanno utilizzato il collage nell’arte.

Si fa risalire in particolare al 1912 il primo utilizzo di ritagli di giornale o carta incollati sulla tela precedentemente dipinta. Le opere d’arte che si venivano a creare dal questa sovrapposizione di carta sulla tela prendono il nome di papier collé, insomma “carta incollata” che però rivoluzionava il modo di concepire un quadro che si era avuto fino a poco tempo prima delle Avanguardie.Collage nella storia dell'arte, collage cubismo, papier collé

La carta che si incollava sulle opere precedentemente dipinte aggiungeva matericità alla tela, creando sovrapposizioni e spessori, contribuiva a creare significato creando accostamenti anche logici con l’uso di carte di giornale e riferimenti testuali, e soprattutto,parola d’ordine dei Cubisti: rompere la prospettiva, far coesistere nella stessa tela bidimensionale più punti di vista dello stesso oggetto.

Collage nella scuola: perchè si usa questa tecnica?

Come già ricordavamo il collage è una delle tecniche artistiche più usate nella scuola già a partire dalla scuola per l’infanzia.

Oltre alla facile reperibilità dei materiali (sappiamo bene che le insegnanti lavorano con pochissime risorse!) il collage ha delle profonde valenze pedagogiche. Vediamone inseme alcune!

Coordinamento del gesto nello spazio: attraverso il collage i bambini si confrontano con il limite dello spazio definito dal disegno da colorare col collage; il primo limite che i bambini imparano a conoscere è quello del foglio, successivamente metteranno alla prova la loro motilità fine con l’uso di pennelli e colori e contemporaneamente è utile proporre la manipolazione di materiali diversi come i pezzi di carta magari più grandi all’inizio per farli confrontare con lo spazio da riempire e le forme pre-tagliate.

Stimolazione sensoriale: il collage può adattarsi all’uso di innumerevoli materiali. La tecnica del collage polimaterico infatti è molto utile per confrontare e stimolare i bambini al riconoscimento tattile dei concetti liscio/ruvido, spesso/sottile, morbido/duro, ecc.

Creatività e fantasia: le immagini che fornirete tutte uguali, dopo la decorazione con la tecnica del collage vi ritorneranno tutte diverse tra loro! Perfetto!!! Il collage stimola la fantasia e la creatività propria dei bambini, incoraggiamoli a creare contrasti nuovi, e soprattutto ad elaborare il loro risultato!

Siete d’accordo con la valenza educativa e formativa della tecnica del collage per la scuola dell’infanzia e per la primaria? Avete sperimentato il collage polimaterico? Vi propongo ora delle schede didattiche sul collage che potete scaricare gratuitamente e che potete far decorare ai vostri bimbi con la tecnica del collage utilizzando i materiali che più preferite 😉

Scegli il tuo soggetto preferito e inizia a lavorare con il collage!

frutti autunno-FUNGHI

frutti autunno-CASTAGNA

frutti autunno-GHIANDA

frutti autunno-ZUCCA

Con il collage si possono realizzare anche tante attività per varie occasione, guardate ad esempio un idea per Halloween!