Chi erano i sumeri? Dove vivevano? Quali sono i monumenti e le opere più famose che testimoniano il loro passaggio? Entra e scopri l’arte sumera spiegata ai bambini, scarica il PDF gratuito in fondo alla pagina e utilizzalo con la tua classe!

Arte sumera per bambini: le città

antiche città sumere

Antica città di Ur, nei pressi dell’odierna Nassirya, Iraq. Credit: geometriefluide.com

Intorno al IV millennio a.C. in Mesopotamia, e in particolare nel lembo di terra racchiuso tra i fiumi Tigri ed Eufrate, il popolo dei Sumeri fonda numerose città e ne affida il governo ad altrettanti re. Ebbene sì: le città come le conosciamo oggi sono state fondate per la prima volta nella storia proprio dai Sumeri! Le prime città sumere erano nuovi organismi politici: il re, infatti, aveva potere assoluto che si diceva derivassero direttamente dagli déi. La società era divisa in due grandi categorie: da una parte i contadini, dall’altra i sacerdoti, i guerrieri, gli amministratori e gli architetti, una vera e propria élite incaricata di organizzare la vita comune.

La scrittura cuneiforme dei sumeri

I Sumeri hanno il merito di aver inventato anche un’altra cosa estremamente importante: la scrittura! Intorno al 3300 a.C., infatti, iniziano a utilizzare la scrittura cuneiforme per registrare le attività amministrative cittadine. La scrittura cuneiforme è molto diversa da quella che utilizziamo oggi e prende il nome dall’abitudine di utilizzare uno stilo per imprimere su tavolette di argilla dei segni appuntiti, a forma di triangoli e virgole.

Cosa sono le ziggurat?

arte sumerica spiegata ai bambini ziggurat

Ziggurat di Ur. Credit: Hardnfast wikipedia.org

La città sumera aveva solitamente una pianta circolare, erano cinte da mura e contenevano fino a 10.000 persone. Le più importanti furono Uruk e Ur. All’interno delle città spiccava la ziggurat (o ziqqurat), un tempio maestoso posto in cima ad una struttura a gradoni costruita con mattoni di argilla cruda e poi ricoperte di mattonelle policrome. La struttura era sopraelevata per due motivi: da una parte un motivo pratico (evitare che venisse rovinata dalle inondazioni dei fiumi) e dall’altro uno religioso (simboleggiava un collegamento tra Terra e Cielo). Il re non abitava nella ziggurat ma in un grande palazzo con appartamenti, sala del trono e santuari dedicati agli déi.

Arte sumera per bambini: la scultura

scultura sumerica statuette

Gruppo di statuette sumeriche ritrovate nella città di Eshnunna. Credit: oubliettemagazine.com

I Sumeri erano abili scultori e hanno realizzato centinaia e centinaia di statue per onorare il re e le divinità. Le sculture sumere non hanno intenti realistici, ciò significa che spesso le naturali proporzioni del corpo umano non vengono rispettate. Questo non deve farci pensare alla mancanza di capacità tecnica quanto piuttosto all’intento della scultura: le statue realizzate dai Sumeri, infatti, non servivano a riprodurre fedelmente la realtà circostante ma erano oggetti di culto. Alcune figure, ad esempio, hanno dimensioni maggiori delle altre per sottolineare l’importante ruolo sociale rivestito. Gli occhi sono solitamente molto grandi per simboleggiare la saggezza e il rapporto col divino.

Schede didattiche: i sumeri per la scuola primaria

Ti proponiamo una scheda didattica in PDF di cui puoi servirti per fissare i concetti principali durante la spiegazione e verificare le conoscenze. Clicca sul bottone colorato qui sotto, è gratis!

Arte sumera per bambini