Il nostro viaggio all’interno di uno scavo archeologico riprende alla grande…E oggi parliamo di accessori! Durante uno scavo, in particolare di ambienti funerari, è possibile rivenire anche corredi che venivano posti sui corpi dei defunti o accanto a loro per propiziare il loro viaggio nell’aldilà cosicché raggiungessero il mondo ultraterreno nel migliore dei modi! Del corredo facevano parte: vasi ceramici, monete, effetti personali del defunto, vestiti e, in determinati contesti e in relazione a personaggi dell’antichità appartenenti alle classi più ricche della popolazione, gli archeologi possono avere la fortuna di trovare meravigliosi gioielli e accessori … Approfondiamo insieme queste scoperte!

Lo scavo archeologico e i gioielli antichi: bellezza senza tempo!

gioielli antichi e moderni

Orecchino in oro fine, IV sec. a.C.

Alzi la mano chi visitando un museo e vedendo esposti nelle vetrine dei gioielli antichi non abbia esclamato almeno una volta: “Ma sono perfetti, sembrano fatti oggi!”. Credo sia un’esperienza che tutti abbiamo vissuto e continuiamo a vivere (per fortuna)!
Non ci stupisce solo il loro stato di conservazione ma soprattutto il fatto che in alcuni casi la moda sembra essere la stessa da oltre 2000 anni.
Si tratta di anelli, collane, bracciali, realizzati in oro, argento, decorati a volte con pietre preziose colorate o pasta vitrea e forgiati con un gusto raffinato, che seguiva le mode del tempo. Spesso si trovavano anche elementi decorativi con simboli incisi dai significati più vari… Possiamo dire che ognuno di essi aveva una storia da raccontare!

I gioielli non erano prerogativa solo femminile ma, forse questo ci stupisce, erano anche destinati alla parte maschile della popolazione perché oltre ad essere oggetti decorativi erano soprattutto espressione dello status di una persona, della sua appartenenza ad una determinata categoria sociale… Adattando un detto popolare si potrebbe dire che nell’antichità valeva la formula: Dimmi che gioiello indossi e ti dirò chi sei! :)

Altri accessori di arte funeraria

Cos’altro possono trovare gli archeologi all’interno di uno scavo?

accessori arte funeraria archeologia spiegata ai bambini

Bracciale gallico-etrusco in oro, Museo Nazionale delle marche.

Tutto ciò che serviva nell’antichità, e ancora oggi noi usiamo, per la cura personale: pettini in osso, spilloni in avorio, oro o argento, pinzette, specchi di bronzo, unguenti profumati contenuti in ampolle di vetro, alabastro e terracotta: oggetti che quotidianamente si usavano e che in contesti funerari servivano ad accompagnare il defunto rendendo migliore possibile il suo passaggio nell’aldilà.

In questo articolo abbiamo visto come il mondo antico e quello moderno sono strettamente legati da un rapporto continuo e straordinario dal quale siamo invitati a lasciarci stupire!

Ogni volta che visitiamo un museo o un sito archeologico sentiamoci parte della storia e non osservatori passivi: tutti siamo, ognuno a proprio modo, protagonisti della storia!

E… Non dimenticate di dare un’occhiata agli altri articoli della serie “L’archeologia spiegata ai bambini!:)