Il nostro affascinante viaggio all’interno di uno scavo continua e oggi vogliamo parlare di ossa… State tranquilli niente di tetro, “solo” reperti archeologici 😀

Archeologia per bambini, le ossa antiche e le sepolture!

Potremmo pensare che il mestiere dell’archeologo sia per persone con uno stomaco forte, infatti, molto spesso, oltre a monete, ceramica, gioielli, possono essere rinvenute delle sepolture: ossa che hanno qualcosa da raccontare e che ora proveremo insieme a vedere cosa possono dirci di così importante.

Immaginiamo di essere degli archeologi fortunati che scoprano in un sito non una, ma molteplici sepolture contemporanee tra loro: ecco affiorare sotto i nostri occhi una serie di ossa di uomini e donne dell’antichità, che dopo un’attenta analisi ci potranno dire tante cose interessanti sulla vita di quel sito.

Relativamente ad un determinato periodo storico e ad una determinata area, misurando le ossa potremo comprendere la statura e l’età media degli abitanti; analizzando la dentatura potremo ricavare informazioni sulle abitudini alimentari; la conformazione fisica potrebbe anche svelarci ad esempio se si effettuavano dei lavori di fatica che magari tendevano a logorare alcune ossa; per non parlare dei segni di malattie che possono così essere determinate… E non da ultimo le ossa sono uno degli elementi utili alla datazione di un’unità stratigrafica e più in generale di un sito archeologico.

archeologia per bambini le sepolture antiche

credit: Michal Hunlewicz

Vedete quante cose ci racconta quello che potrebbe sembrarci solo un cumulo di ossa? 😀

Accanto alla figura dell’archeologo vi è anche un altro studioso fondamentale quando si tratta di scavare sepolture: è l’antropologo. Come lavora? Con il bisturi toglie la terra intorno al reperto che sta scavando e lo solleva, con il pennello poi toglie la terra e lo pulisce. Dopo aver realizzato il disegno e aver compilato la scheda con i dati relativi, pone il reperto in una busta cosicché possa poi essere analizzato nei laboratori dagli studiosi.

La tomba di Alessandro Magno tra storia e mito!

Non sempre un archeologo trova sepolture numerose che permettano queste analisi generali… Le sepolture sono rarissime ma fondamentali, soprattutto dal punto di vista della datazione.

Altre volte, invece, gli archeologici vanno alla ricerca proprio di una singola sepoltura di re, imperatori, personaggi celebri dell’antichità perché trovare il loro corpo e poterlo studiare sarebbe davvero un bel colpo! 😉

Pensiamo a questo riguardo alle indagini archeologiche condotte per trovare la tomba di Alessandro Magno… E l’avventura continua ancora oggi, dopo oltre 2.300 anni!

fossili e dinosauri in un museo

Archeozoologia: che cos’è? Spieghiamolo ai bambini!

Abbiamo parlato finora di ossa umane ma, al termine di questo articolo, vogliamo anche ricordarci che in uno scavo possono essere trovate ossa di animali, così come denti o altre parti del corpo… Anche questi elementi ci forniscono informazioni preziose sulla fauna che abitava nell’area del sito che si sta scavando!  Basta pensare ai dinosauri: quanto ci hanno raccontato le scoperte e lo studio delle loro ossa? Di loro potremmo dire quasi tutto!

Insieme abbiamo visto come in uno scavo ogni reperto possa raccontarci una storia… E nel prossimo articolo continueremo il nostro viaggio di esplorazione nel fantastico mondo dell’archeologia, pronti a farci raccontare nuove storie da ciò che troveremo!

Non dimenticare di leggere il nostro articolo sulla ceramica spiegata ai bambini!