La tecnica di pittura ad acquerello è una delle più famose, permette di ottenere dei risultati incredibili quando utilizzata con perizia ma viene impiegata anche dai più piccoli per favorire un approccio creativo e personale all’arte. Scopri qualche consiglio sull’acquerello tecnica base per principianti!

Acquerello: quali materiali bisogna utilizzare?

Hai deciso di far utilizzare ai bambini della tua classe gli acquerelli o di cimentarti per la prima volta nella pittura? Ottima scelta! Non dimenticare che la scelta dei materiali è fondamentale!materiali per acquerello tecnica base

I colori ad acquerello si trovano molto facilmente in cartolerie e negozi specializzati. In commercio esistono sia in pastiglie che a tubetti, i più diffusi ed economici sono senza dubbio quelli in pastiglie. I pennelli per acquerello sono solitamente morbidi, in pelo di bue o martora. Si consiglia di averne a disposizione di tre misure diverse (piccolo, medio, grande) e di lavarlo ogni volta che si cambia colore. Il grande interrogativo che ci si pone di solito riguarda però un altro materiale: la carta. Nei negozi specializzati troverete decine e decine di grammature diverse di carta, solitamente per l’acquerello si ricorre a carta ruvida, porosa e spessa ma se volete realizzare un elaborato ricco di dettagli allora potete optare per la carta liscia.

Per evitare che la carta si accartocci vi consigliamo di fissarla ad un supporto rigido, come una tavoletta di legno.

La caratteristica più evidente dell’acquerello è la trasparenza: più il colore è diluito più risulterà trasparente, il colore si scurisce aggiungendo “strati” (che chiameremo velature) non appena il colore sottostante si è asciugato. Una volta asciutti i colori tendono a diventare opachi e più chiari.

Acquerello tecnica base e consigli per principianti

La tecnica ad acquerello non è affatto semplice come potrebbe sembrare a prima vista: non ammette ripensamenti. Contrariamente alla pittura ad olio, infatti, il colore si asciuga velocemente e non è possibile correggere perché una eventuale pennellata di correzione va a sovrapporsi a quella da correggere senza nasconderla… L’effetto non è molto gradevole!

attività didattiche colori freddi scuola primaria

palette realizzata con l’acquerello

Il colore ad acquerello va steso, come abbiamo già accennato, per velature, ovvero per strati molto sottili di pigmento più o meno diluito. Si parte da una base di colori chiari e ben diluiti e via via si procede sovrapponendo tonalità più scure. Infine si aggiungono i dettagli con un pennello molto sottile, quando gli strati precedenti risultano già asciutti. Una delle grandi difficoltà dell’acquerello consiste nello scegliere le tonalità adatte a ciascuna velatura… Come? Basta mescolare più colori fino a ottenere la tonalità desiderata! All’inizio vi sembrerà impossibile ma con un po’ di costanza riuscirete ad ottenere buoni risultati.

L’acquerello per bambini e ragazzi

acquerello per bambini e ragazzi tecnicaEcco qualche consiglio per realizzare il vostro primo disegno ad acquerello o per sperimentare questa bellissima tecnica insieme ai bambini e ai ragazzi. Per prima cosa scegliete un soggetto, preferibilmente qualcosa di semplice e non troppo dettagliato (per esempio una bottiglia, una tazza…). Disegnate il vostro soggetto con una matita 2H stando ben attenti a tracciare linee molto molto leggere. Con un pennello sottile comincia a stendere la prima velatura con un colore molto diluito, lavora sul soggetto e non preoccuparti dello sfondo o del piano di appoggio. Successivamente rafforza il colore sovrapponendo altre velature, insisti nei punti in cui il colore deve essere più scuro, lascia sempre asciugare. Una volta terminato di colorare il soggetto, passa allo sfondo e al piano di appoggio (ad esempio un tavolo) utilizzando un pennello più grande.